Opinioni

Secondo l’Eurispes gli italiani sono molto più avanti sui diritti civili rispetto ai politici che li rappresentano

L’istituto di Studi Politici, Economici e Sociali “Eurispes” si occupa di sondare periodicamente l’opinione della popolazione italiana su varie tematiche.

Nell’ambito dei diritti Lgbt, il report del 2022 è positivo per l’Italia; si è osservato un incremento di supporti sia per i matrimoni che per le adozioni gay, arrivando ad avere il massimo storico di favorevoli mai sondati in Italia.

Per la prima volta nella storia del nostro paese Eurispes rileva che la percentuale degli italiani favorevoli al matrimonio egualitario supera il 60% (61,3%), +2,9% rispetto al 2021.
Nella prima rilevazione di Eurispes del 2009 la percentuale di italiani favorevoli ai matrimoni gay rappresentava una minoranza ed era del 40,4%; oggi a distanza di 13 anni la percentuale di favorevoli è salita del 20,9% (va sottolineato che quindi tutt’oggi in Italia c’è un 38,7% di popolazione non favorevole ai matrimoni gay, in Spagna ad esempio già nel lontano 2006 la percentuale di favorevoli ai matrimoni gay era del 66%, più alta di quasi il 5% rispetto alla percentuale che troviamo in Italia nel 2022).

Per quanto riguarda le adozioni gay si registra anche qui un massimo storico di favorevoli, pur restando in minoranza.

Nel report di Eurispes del 2022 a dirsi favorevole alla possibilità di adozione da parte di due persone dello stesso sesso è il 48,3% degli italiani (+4%) rispetto al 2021.
Mai come quest’anno dunque il numero di favorevoli e di contrari alle adozioni gay sono stati così vicini (51,7% contrari e 48,3% favorevoli).
Nella rilevazione del 2009 gli italiani favorevoli alle adozioni gay erano il 19%; oggi a distanza di 13 anni la percentuale di favorevoli è più che raddoppiata, aumentando del 29,3%.
Va sottolineato come sul tema “adozioni gay” il numero di italiani favorevoli è in continua crescita dal 2015.

La possibilità di autorizzare il cambiamento di sesso tramite autodichiarazione dell’interessato, anche senza certificazioni mediche, trova d’accordo meno di quattro italiani su dieci (37,6%); mentre gli italiani si dividono sul riconoscimento delle identità di genere che non si rispecchiano nel femminile o nel maschile (50,8% contrari- 49,2% favorevoli).

Su altre tematiche di tipo sociale spesso gli italiani sono divisi:
•Sulla legalizzazione della prostituzione si dice favorevole il 49,1% degli italiani contro il 50,9% di contrari;
•Sull’adozione da parte di single è favorevole il 55,8% degli italiani;
•Per quanto riguarda la legalizzazione delle droghe leggere (hashish e marijuana) nel 2022 i favorevoli diventano maggioranza (52,3% favorevoli- 47,7% contrari); nel 2021, appena un anno fa, solo il 44,7% si era espresso in maniera favorevole.

Netta maggioranza di favorevoli invece sul tema eutanasia: il 74,9% degli italiani si dice favorevole, con un incremento del 4,5% rispetto al 2021.

Netta maggioranza di contrari invece sui temi caccia, uso di pellicce e utilizzo di animali nei circhi: il 76,1% degli italiani si dice contrario alla caccia, l’80,1% è contrario all’utilizzo di animali nei circhi e ben l’82,1% non è favorevole all’uso delle pellicce.