Attualità

«Elton, spegni quella candle 'ché per te tira un brutto wind»

Il flash mob contro Elton John e la “mafia gay” che consigliava al cantante di stare zitto e cantare (ma come si fa?) invece di infastidire quel pover’uomo del sindaco di Venezia Luigi Brugnaro è inspiegabilmente finito male. E non se ne comprende il motivo!
 
ELTON, SPEGNI QUELLA CANDLE CHE PER TE TIRA UN BRUTTO WIND

L’evento era stato presentato così dall’ideatore Alberto Veccia:

Contro la Mafia Gay ! Contro lo sfruttamento di povere schiave che vendono i propri bambini ai ricchi gay ! Per rispondere al cantante Elton John che ha attaccato il Sindaco di Venezia Brugnaro per aver impedito la pubblicazione di libri gay nelle scuole.
Entra nella pagina personale di Elton John e nel commentario del primo post disponibile scrivi :
” ELTON, STAI ZITTO E CANTA ! ”
Fai copia e incolla dai commenti della pagina dell’evento.

Ma qualcosa è andato storto fin da subito. Perché la maggior parte degli 83 diconsi ottantatré partecipanti all’evento non ha capito che la frase “Elton, stai zitto e canta !” (mi raccomando lo spazio prima del punto esclamativo) andava scritta sulla pagina fan del cantante e compositore, e l’ha scritto sulla pagina dell’evento:
flash mob elton john 5
E questo nonostante l’organizzatore si sia sbracciato in lungo e in largo per spiegare dove andasse scritta la frase.
 
LA CALATA DEI TROLL
Ma soprattutto (e qui ci vuole una faccina: 🙁 ), l’evento è stato quasi da subito attaccato da quei cattivoni dei troll dell’Interwebz (© Giovanni Drogo), e la discussione è finita rapidamente a peripatetiche. C’era chi chiedeva di cantargliele in inglese:
flash mob elton john 1
 
Chi invece proponeva variazioni in veneto sul tema principale:
 
flash mob elton john 2
 
E chi, semplicemente, parafrasava i grandi successi di Elton John.
 
flash mob elton john 3