Fatti

Elena Livigni Gimenez: la ragazza caduta dal balcone a Ibiza e le amiche che accusano il fidanzato

neXt quotidiano|

Elena Livigni Gimenez

La tragica morte di Elena Livigni Gimenez ha ancora contorni molto labili e la Polizia spagnola non esclude – al momento – alcuna pista investigativa su quanto accaduto nella notte tra mercoledì 2 e giovedì 3 giugno nell’hotel “Torre del Mar” di Ibiza. Le amiche della 21enne italo-spagnola hanno immediatamente accusato il fidanzato della giovane (deceduto anche lui, sempre cadendo da quel balcone dell’albergo in cui la coppia stava alloggiando per alcuni giorni di relax), dando vita all’ipotesi dell’omicidio-suicidio. La madre della ragazza, però, sostiene che il ragazzo non avrebbe mai potuto uccidere sua figlia perché l’amava.

Elena Livigni Gimenez morta a Ibiza, le amiche incolpano il fidanzato

«No, Kamil non era un violento. Lui l’amava. Profondamente. Se hanno litigato? Fatichiamo a capire cosa sia successo», ha detto Maria del Carmen Gimenez Roman – madre della 21enne – a Il Corriere della Sera. La donna non ha certezze, ma respinge la tesi data dalle amiche di Elena Livigni Gimenez che, fin dall’origine, hanno dato la colpa al fidanzato per quanto successo. Secondo la madre, infatti, il tutto potrebbe essere frutto di un incidente: la figlia cade (per motivi ancora ignoti) da quel balcone dell’hotel e il ragazzo, preso dalla disperazione, si lancia. Insomma, un incidente seguito da un suicidio.

Ma le amiche della 21enne sono ancora convinte che si sia trattato di un omicidio. Sta di fatto che al momento la pista meno accreditata sia quella del suicidio della giovane. La madre ha raccontato di come la figlia stesse vivendo con leggerezza questa vacanza a Ibiza in compagnia del suo fidanzato, conosciuto nel mese di febbraio. In programma c’erano dei giorni felici dopo le sofferenze provocate dal peso del lockdown e delle restrizioni. Anche per questi motivi la donna non riesce a immaginare lo scenario dell’omicidio. La Polizia spagnola prosegue nelle sue indagini, mentre proseguono i rilievi all’interno delle stanza in cui alloggiava la coppia.