Senza categoria

Gli effetti della pandemia sull’apprendimento online: crescita esponenziale nel 2021

Come la pandemia ha inciso in modo davvero significativo sul fronte della formazione e sulla didattica a distanza

dad formazione online hacker russi sito polizia

La pandemia ha inciso in modo davvero significativo sul fronte della formazione, provocando una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda i metodi di didattica e di apprendimento. È quanto emerge chiaramente dal nuovo rapporto di fine anno stilato da Preply, la piattaforma online che mette in comunicazione studenti e docenti di lingue straniere. A dire il vero, il Covid ha semplicemente accelerato un processo che era già in atto, perché la didattica a distanza aveva già preso piede prima dello scoppio della pandemia. È però evidente, dal rapporto di Preply, che dal 2020 in poi l’apprendimento online ha conosciuto un vero e proprio boom ed è interessante notare come il trend non sia cambiato dopo l’allentamento delle restrizioni.

Apprendimento online: boom di nuovi studenti nel 2020

Andando nel dettaglio del rapporto di Preply, appare evidente che il 2020 sia stato un anno decisamente catartico per quanto riguarda l’apprendimento online e questo è senza dubbio legato alla pandemia. Nel marzo del 2020 infatti, con il primo lockdown, il numero di nuovi studenti iscritti sulla piattaforma è raddoppiato rispetto ad ottobre 2019 e nel mese successivo è praticamente triplicato. Nel giro di poche settimane dunque si è assistito ad un vero e proprio boom di iscritti: adulti e ragazzi interessati a seguire lezioni di lingue online. Sicuramente il maggior tempo libero a disposizione e l’impossibilità di uscire di casa hanno influito su tale tendenza, che però è proseguita anche dopo l’allentamento delle restrizioni.

Nel settembre 2020 infatti il numero mensile di nuovi studenti iscritti alla piattaforma è stato dieci volte superiore.

Un trend proseguito anche nel 2021

Nel 2021, complici anche i vaccini, la situazione nel nostro Paese è apparsa decisamente meno critica rispetto all’anno precedente ma non per questo è calato l’interesse nei confronti dei corsi online di lingue. Anzi, dal rapporto di Preply emerge chiaramente che a gennaio 2021 si è verificato un altro picco di nuovi studenti iscritti alla piattaforma.

Il trend non è calato nemmeno con l’arrivo dell’estate, tanto che in agosto 2021 il numero dei nuovi iscritti mensili è comunque triplicato nonostante le restrizioni fossero ormai state praticamente eliminate.

Il futuro della DAD e dell’apprendimento online

Attualmente, sembra proprio difficile che assisteremo ad un’inversione di rotta per quanto riguarda i nuovi metodi della didattica e dell’apprendimento online. Nonostante la situazione sia in miglioramento e la campagna vaccinale in Italia stia iniziando a dare degli ottimi risultati, l’interesse nei confronti delle lezioni online rimane comunque alto. Certo, non siamo più di fronte ai picchi improvvisi che si sono verificati durante il lockdown anche perché il tempo a disposizione degli italiani non è più lo stesso. Con il ritorno alla normalità è comprensibile che le iscrizioni ai corsi di lingue online siano leggermente diminuite, ma non stiamo assistendo ad un calo significativo. Anzi, sembra ormai evidente che le metodologie di apprendimento linguistico online con Preply siano state apprezzate parecchio e nel prossimo futuro continueranno a riscuotere il loro grande successo. D’altronde, i vantaggi delle lezioni private online sono moltissimi, indipendentemente dalla pandemia.