Attualità

E a Roma l'immondizia diventerà asfalto biologico

La Stampa ci racconta oggi di un progetto dell’AMA, l’azienda dei rifiuti del Comune di Roma, che mira a trasformare l’immondizia in Mineralized Biomass, ovvero asfalto biologico. Racconta il quotidiano:

Il progetto partirà dal prossimo ottobre quando l’Ama, l’azienda municipalizzata, diventerà titolare di un brevetto che permetterà di trasformare l’immondizia in asfalto. In questo modo si potrebbe eliminare il trasferimento fuori regione dell’indifferenziata già a partire dalla metà del 2016 con risparmi che potrebbero arrivare fino a 15 milioni di euro che potrebbe tradursi in un calo della Tari, in un addio alle discariche e nella possibilità di ottenere asfalto ecologico per la costruzione di strade e piste ciclabili. Il brevetto ha un nome inglese, Mineralized Biomass, ma è un’invenzione italiana frutto di sette lunghi anni di sperimentazioni da parte del Centro Sviluppo Minerali.
I lavori per attrezzare l’impianto di trasformazione inizieranno a ottobre e già dall’inizio del prossimo anno l’Ama inizierà a produrre bitume da una miscela di pozzolana e Fos, cioè la frazione organica prodotta dal trattamento dei rifiuti non riciclabili. Entro maggio-giugno del 2016 il Campidoglio conta di cancellare del tutto il trasferimento di rifiuti fuori Roma. Sarebbe una rivoluzione e la salvezza per una città che dalla chiusura della discarica di Malagrotta sembra sommersa da irifiuti e capace di gestire il problema solo a caro prezzo e con difficoltà: per il momento l’indifferenziata viene trattata negli impianti Tmb e poi spedita in Emilia Romagna, Piemonte e Lombardia. La produzione del Mineralized Biomass, assicura l’assessore all’Ambiente Estella Marino, si otterrà «un grosso risparmio economico ma soprattutto un grande beneficio per l’ambiente, oltre che segnare un punto a favore di un’azienda municipalizzata che ha ereditato un passato pesante e che sta facendo grossi sforzi per innovarsi e fornire i migliori servizi».

mineralized biomass ama roma