Attualità

Dove sono finiti i malati degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari chiusi

Da ieri gli ospedali psichiatrici giudiziari sono stati formalmente chiusi. Nella pratica, nella maggior parte dei casi il percorso di chiusura si concluderà nelle prossime settimane, ma l’evenienza è già diventata oggetto di polemica politica. Ad accendere la miccia una dichiarazione di Matteo Salvini che dalla sua pagina Facebook scrive: “Domani chiudono gli Ospedali Psichiatrici Giudiziari. Stiamo parlando di 700 ‘folli’ pericolosi, internati per omicidi, violenze sessuali e aggressioni di ogni genere, 450 dei quali verranno ‘ospitati’ in nuove strutture, mentre più di 200 usciranno. Chi pensa alle famiglie, lasciate sole, e alle vittime, passate e future? – conclude – Una scelta pazzesca, purtroppo siamo in tema”. Immediata la risposta del ministro della Giustizia Andrea Orlando. “Non espone la collettività a rischi per la sicurezza, invito tutte le forze politiche ad evitare la strumentalizzazione. I più pericolosi, semplicemente, vengono ospitati da strutture più idonee”, dice durante l’inaugurazione di una di queste strutture alternative, una Rems nel Lazio, a Pontecorvo, in Ciociaria. E aggiunge “allarmare i cittadini non è fare un dispetto al Governo o al Parlamento, è in fondo incrudelirsi verso queste persone che hanno già sofferto abbastanza”, conclude rivolgendo un pensiero all’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per l’attenzione che ha dedicato alla questione. Il Corriere della Sera spiega dove finiranno i malati degli OPG chiusi:

In assenza di strutture «definitive» molti malati saranno dirottati verso sedi provvisorie. I dimissibili, circa 200, potranno invece accedere a percorsi terapeutici alternativi. Il Veneto è un caso estremo, per il quale il ministero della Giustizia ha deciso il commissariamento. Una scelta che ha provocato la reazione del governatore Zaia: «Difendiamo la dignità dei malati e la sicurezza dei territori dall’ennesima vergogna perpetrata da un governo che scarica qua e là malati di mente pericolosi». Pronta la risposta del ministro della Giustizia, Andrea Orlando: «Non speculate su questo tema perché è facile dire che si liberano persone pericolose,ma tutto questo non èvero. Passiamo dall’internamentoalla cura. Non è poco».

L’infografica del Corriere sugli Ospedali Psichiatrici Giudiziari chiusi

ospedali psichiatrici giudiziari
I malati degli ospedali psichiatrici giudiziari chiusi (Corriere della Sera, 1 aprile 2015)