Fatti

Donald Trump e la misteriosa sfera luminosa

donald trump sfera luminosa arabia saudita - 5

Durante il suo viaggio in Arabia Saudita il Presidente Trump ha lasciato da parte i proclami bellicosi nei confronti di arabi e musulmani. Forse Donald Trump era semplicemente appagato dall’aver pronunciato parole molto dure contro l’Iran demolendo la politica di Obama nella regione. Qualche effetto deve averlo sortito anche il cerimoniale saudita, che ha trattato il Presidente USA come un re (finalmente qualcuno che lo capisce).

Gli affari sono affari

Sicuramente Trump era soddisfatto per gli accordi commerciali siglati proprio in occasione della sua visita a Riad. Sabato il Presidente USA ha firmato un accordo per la vendita di armamenti all’Arabia Saudita del valore di oltre 100 miliardi di dollari. Centinaia di milioni di dollari che Re Salman bin Abdulaziz Al Saud spenderà per acquistare carri armati, aerei e navi da combattimento e un sofisticato sistema di difesa antimissile sviluppato dalla Lockheed Martin, il Terminal High Altitude Area Defense (THAAD).
donald trump sfera luminosa arabia saudita - 2
Donald d’Arabia sembra aver dimenticato quello che scrisse nel 2014 quando pretendeva che l’Arabia Saudita fornisse petrolio gratis per i prossimi dieci anni in cambio del sostegno militare degli USA nella regione.

Quando Trump criticava Michelle Obama

Trump, è noto, non è un campione di coerenza. Molti sovranisti anti-islamici hanno lodato come sia la moglie che la figlia di Trump abbiano deciso di non scendere dall’Air Force One a capo coperto. Melania e Ivanka hanno “sfidato” i precetti della religione musulmana facendo vedere al mondo come si comportano le donne libere. Qualcuno ha anche raccontato che le due Trump sono state le prime donne a non indossare il velo in Arabia Saudita. Prima di lei lo fecero anche First Lady come Barbara Bush, Laura Bush, Hillary Clinton e Michelle Obama.


Proprio a riguardo di Michelle Obama Trump però criticò duramente la scelta della ex First Lady di non indossare il velo.
donald trump sfera luminosa arabia saudita - 6
Nel 2015 Trump scrisse che la decisione di Michelle di non indossare il velo fu un insulto nei confronti dei sauditi. Un insulto gratuito perché gli USA hanno già abbastanza nemici. Vale la pena di ricordare che è anche grazie a tweet come questi che Trump è stato eletto.

La grande sfera luminosa di Trump

A margine di tutti i ricevimenti, dei balli con le sciabole e degli incontri di lavoro Trump ha inaugurato assieme al Re saudita e al presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi il Global Centre for Combating Extremist Ideology. Durante la cerimonia i tre leader hanno poggiato le mani su un globo luminoso che accendendosi ha dato inizio alle attività del Centro. La foto dei tre capi di stato con le mani sulla sfera luminosa ha scatenato l’ironia dell’Internet.

donald trump sfera luminosa arabia saudita - 1
Credits: Saudi TV

C’è chi ha pensato subito al Palantir, la magica pietra che nella saga del Signore degli Anelli consente di vedere a distanze incommensurabili. Uno dei Palantir era nelle mani del malvagio Saruman.
donald trump sfera luminosa arabia saudita - 3
Altri invece hanno colto l’ennesimo riferimento che collega Trump all’Hydra, l’organizzazione terroristica simil nazista dei fumetti Marvel.
donald trump sfera luminosa arabia saudita - 4
Non sfugge inoltre il fatto che Trump, l’anti-establishment e anti-casta per eccellenza, si sia fatto immortalare mentre compie un rituale oscuro. Chissà come mai nessuno degli attenti analisti di simbologie occulte non ha notato il riferimento agli Illuminati e al Nuovo Ordine Mondiale. Eppure è talmente luminoso e lampante che non dovrebbe sfuggire. Ma tranquilli, Trump sta combattendo gli Illuminati dall’interno.


Non può mancare un riferimento alla grande cinematografia, dal Grande Dittatore a Star Wars: la minaccia fantasma.


Ancora una volta Donald Trump ha dimostrato il suo vero potere. Non quello di Make America Great Again ma di rendere l’Internet un posto migliore. Non c’è niente di meglio di un tweet, di un’immagine o di una dichiarazione di Trump per scatenare la produzione di meme. Se solo si potessero monetizzare e vendere allora Trump con la sua meme magik  sarebbe il dominatore dell’Universo.