Attualità

Donald Trump è di nuovo visibile su Twitter, ma lui (per ora) non ne vuole sapere

neXt quotidiano|

Trump

Dopo quasi due anni di sospensione l’account di Donald Trump è stato ripristinato. Lo ha deciso Elon Musk, che venerdì ha pubblicato un sondaggio sul proprio account in cui chiedeva agli utenti se secondo loro l’account dovesse essere ripristinato. Al sondaggio hanno risposto circa 15 milioni di utenti e più della metà ha votato sì, dunque Musk ha fatto riattivare l’account di Trump. Trump era stato bloccato da Twitter e altri social network dopo l’assalto al Congresso degli Stati Uniti del 6 gennaio 2021 compiuto da molti dei suoi sostenitori. In quel periodo Twitter non era ancora di proprietà di Musk e i dirigenti avevano spiegato che Trump aveva violato le regole del social network, soprattutto quelle che impediscono di incitare alla violenza.

Il sondaggio per riattivare l’account di Trump è stato una strategia di Musk?

Musk aveva dichiarato qualche giorno fa che non avrebbe preso decisioni in materia di riattivare account sospesi senza prima aver stabilito una procedura di moderazione dei contenuti, che avrebbe dovuto prevedere l’istituzione di un “concilio di moderazione”. Attraverso il sondaggio Musk ha rimesso la decisione agli utenti, in un tweet pubblicato quando il tempo stabilito per votare era scaduto, ha scritto: «La gente ha parlato. Trump sarà reintegrato. Vox Populi, Vox Dei».

Dopo essere stato bloccato da tutti i principali social network, Trump ha creato TRUTH Social, il suo social network. Quando Musk si era espresso per dire che se avesse acquistato Twitter avrebbe riammesso l’ex Presidente degli Stati Uniti, quest’ultimo aveva risposto che avrebbe continuato a utilizzare TRUTH Social. La decisione di Musk di ripristinare l’account di Trump arriva pochi giorni di distanza dall’annuncio di Trump che si candiderà alla presidenza degli Stati Uniti nel 2024. Musk aveva detto anche pubblicamente che in futuro avrebbe dato il proprio voto al Partito Repubblicano, quello di Trump appunto, e non a quello Democratico. Su Twitter l’account dell’ex presidente degli Stati Uniti ha superato i 52 milioni di follower e il suo ultimo tweet risale all’8 gennaio 2021.