Attualità

Il cellulare della maestra finito nel sito di massaggi hot

@neXt quotidiano|

sito massaggi giapponesi

Il Messaggero racconta oggi in un articolo a firma di Emanuele Rossi una storia capitata a un’insegnante, che si è ritrovata il suo numero di telefono in un sito che pubblicizzava massaggi “orientali” di tipo particolare: nella didascalia c’era una donna con gli occhi a mandorla, in posa semi-nuda, con il lato b scoperto per attirare nella rete più uomini possibili:

«Chiamate continue. Messaggi whatsapp di uomini di ogni età, giovani e adulti. Hanno chiesto di incontrarmi per i massaggi speciali», racconta l’insegnante di scuola elementare. Il telefonino della donna squilla in continuazione,di giorno, di sera, la domenica. «L’ho acceso di mattina alle otto e già era zeppo di messaggi hot. Uomini anche anziani oppure ragazzi che guardando attentamente il profilo non saranno neppure maggiorenni», aggiunge la donna.

Suo marito inizialmente ci ha riso su, poi però ha accompagnato la moglie dai carabinieri. «Ci siamo recati in caserma. Ci è stato suggerito di provare a contattare i gestori del sito internet. Anche nel week end l’hanno bombardata», testimonia l’uomo. Inequivocabile il messaggio diffuso sul portale. «Se ti sei stancato dei finti massaggi che lasciano tracce solo sul portafoglio, nel mio studio trovi solo veri massaggi, di una qualità che puoi percepire sin dal primo istante e che rimarrà con te anche nei giorni seguenti», si legge accanto all’immagine della giapponese.

cellulare maestra massaggi

«Tratterò il tuo corpo con mani sapienti che hanno appreso le tecniche in un’ottima scuola e le hanno sublimate con l’esperienza e la passione che solo l’amore per la propria professione può dare», è l’invito. Saranno gli investigatori a stabilire se la donna sia vittima di qualche scherzo di pessimo gusto o se effettivamente il suo numero sia stato inserito su internet per un abbaglio che però sta condizionando non poco una famiglia che vuole solo trascorrere in tranquillità il periodo di vacanza estivo. I gestori del sito hanno scritto alla signora chiedendole scusa e rimuovendo il suo numero.

Leggi anche: «L’aumento dell’occupazione? Un bluff»