Fatti

Anche Vincenzo De Luca indagato: si allarga lo scandalo delle Coop di Salerno

@neXt quotidiano|

De Luca

Il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca è indagato dalla Procura di Salerno nell’ambito dell’inchiesta sui presunti appalti truccati e i rapporti tra Amministrazione comunale salernitana e cooperative sociali. Secondo quanto apprende l’Adnkronos, al governatore campano è stato notificato questa mattina un avviso di proroga delle indagini per un presunto caso di corruzione elettorale. Lo ha riportato anche Massimo Giletti in un video pubblicato sui social di “Non è l’Arena”, nel corso del quale il conduttore sostiene che la Mobile del primo dirigente si sia recata al Genio civile di Salerno per la notifica di avvisi di garanzia, tra gli altri, anche al governatore della Campania.

De Luca indagato a Salerno per l’inchiesta sulle Coop

Il governatore risultava quindi già indagato nell’ambito dell’inchiesta sulle cooperative, ma non era ancora stato reso noto. La proroga di indagini – inoltre – interesserebbe “almeno un’altra persona” vicina al presidente della giunta regionale. Per il momento la Procura  della Repubblica diretta da Giuseppe Borrelli si rifiuta “categoricamente” di rispondere a qualunque domanda “su vicende in corso”. Ma la conferma è arrivata da fonti vicine allo staff del governatore. Non è tuttavia ancora chiaro se a coinvolgerlo sia l’indagine della squadra Mobile sulle Coop , che ha già spinto alla collaborazione il ras delle cooperative che era finito in carcere , Fiorenzo Zoccola, o se ci sia qualche altro filone collaterale a tirare in ballo il presidente della Regione. Al centro dell’indagine sono finiti gli appalti per la manutenzione delle strade cittadine, del verde pubblico e del controllo dei parchi. La procura ipotizza la presenza di un cartello, composto da otto cooperative, “per concordare le offerte per l’appalto e quindi per pilotare la gara”. Tra gli atti dell’inchiesta della Procura di Salerno ci sarebbe anche una cena a cui avrebbe partecipato Vincenzo De Luca, che fino a poche ore fa sembrava essere del tutto estraneo alla vicenda.