Attualità

Davide Bugli: il consigliere M5S di Torrazza accusato di aver rubato al Self di Settimo Torinese

Davide Bugli, capogruppo del MoVimento 5 Stelle a Torrazza Piemonte e candidato sindaco alle amministrative dello scorso anno è stato accusato di aver rubato materiale elettrico al SELF, un centro commerciale di Settimo Torinese, per un valore di un centinaio di euro. Lo riporta il quotidiano Nuova Periferia, che racconta anche di un colloquio con Bugli, il quale dice «Mi ritengo assolutamente estraneo alla vicenda, è da capire cosa è stato dichiarato dopo le casse. Devo fare ancora delle indagini ma mi difenderò fino alla fine». La prima pagina del quotidiano Nuova Periferia, che ha riportato la notizia:

davide bugli movimento 5 stelle self
La prima pagina di Nuova Periferia che riporta la notizia di Davide Bugli arrestato

Secondo il quotidiano «il consigliere comunale avrebbe varcato la linea delle casse nascondendo in una o più borse materiale elettrico (lampadine e poco altro) per un valore di cento euro. I suoi movimenti non sono sfuggiti però agli agenti di vigilanza e agli uomini antitaccheggio, che lo avrebbero addirittura notato mentre toglieva il cellophane da un prodotto». I carabinieri l’hanno denunciato per furto aggravato.
DAVIDE BUGLI MOVIMENTO
La scheda del consigliere Davide Bugli dal comune di Torrazza Piemonte

DAVIDE BUGLI: IL CONSIGLIERE M5S ACCUSATO DI AVER RUBATO AL SELF
La notizia è cominciata a circolare all’interno del consiglio comunale, dove i grillini hanno preso una posizione piuttosto garantista (alla Gino Paoli, per intenderci). Marco Marocco, responsabile del movimento di Grillo per il territorio ha detto: «Abbiamo sentito Davide Bugli e ci è sembrato molto sereno. Per questo gli daremo la possibilità di difendersi e per ogni provvedimento aspetteremo l’esito del processo di primo grado. Se sarà condannato sarà lui stesso a dimettersi». Il giornale riporta che Marocco si è confrontato con Davide Bono, referente di Grillo per il Piemonte, prima di rilasciare la dichiarazione. L’assessore all’ambiente Annamaria Memmo ne ha invece chiesto le dimissioni. Anche Massimo Rozzino, sindaco di Torrazza eletto con la lista Torrazza Bene Comune, non ha voluto parlare del caso: «Quando mi arriverà la comunicazione ufficiale, deciderò cosa fare», ha risposto a Nuova Periferia.
 
Foto di copertina da Facebook