Attualità

Davide Bono: il medico M5S segnalato all'Ordine

davide bono m5s epatite

Davide Bono, consigliere regionale del Piemonte per il MoVimento 5 Stelle, è stato segnalato all’Ordine dei Medici per una sanzione per aver detto che l’epatite B non è contagiosa in un post pubblicato sulla sua pagina Facebook. Il consigliere aveva pubblicato un video nei giorni scorsi in cui sosteneva che l’epatite B non fosse contagiosa. Racconta Repubblica Torino:

«L’epatite B non è contagiosa» ha attirato gli strali dei medici. Il primo a intervenire è stato Paolo Narcisi, medico di R@inbow for Africa e anestesita del Cto. Ha condiviso il video di Bono commentandolo con critiche piuttosto aspre: «Questo signore è laureato in medicina — scrive — ma preferisce raccontare un sacco di balle, pericolose, ritengo per motivi politici, visto che lo fa davanti al simbolo di un movimento politico. Questo comportamento è pericoloso e indegno della professione medica. È necessario che Ordine dei Medici e magistratura prendano provvedimenti sanzionatori».
L’attacco più duro arriva però dalla direttrice del Consiglio superiore di sanità Roberta Siliquini: «Inaccettabile — interviene nel dibattito su Facebook — Bono usa, volente o nolente, una laurea in medicina per rendere più credibile il suo messaggio demenziale e anti scientifico. Non è un ignorante qualsiasi ed è molto pericoloso. Se non ritiene di aderire al codice deontologico è sufficiente che non si iscriva più all’Ordine. In caso contrario è gravemente lesivo della salute pubblica e farò di tutto, all’Ordine, perché venga preso un provvedimento disciplinare molto serio».

davide bono m5s ordine
Successivamente Davide Bono ha corretto il tiro e ha affermato di avere già comunicato le sue precisazioni anche all’Ordine dei medici:

«Ho subito pubblicato un altro video per chiarire che quanto sostenevo sull’epatite B era soltanto una imprecisione motivata dal fatto che l’epatite B si trasmette via rapporti sessuali o con trasfusione di sangue. Due situazioni altamente improbabili visto che parliamo di bambini di sei anni». Bono puntualizza la posizione del Movimento: «Non siamo contrari ai vaccini, ma all’obbligo pena l’esclusione da scuola dei bimbi».
La questione, però, è già arrivata in corso Francia, sede dell’Ordine dei medici di Torino: «Abbiamo ricevuto due segnalazioni — conferma il presidente dell’Ordine di Torino Guido Giustetto — una da Torino e l’altra da Roma. La procedura prevede di partire con un chiarimento scritto che chiederemo a Davide Bono. Nel caso in cui questo non fosse soddisfacente lo convocheremo per un’audizione. Se le sue dichiarazioni non fossero sufficienti allora chiederemo alla Commissione medici di ascoltarlo. Soltanto dopo è prevista la possibilità di adottare provvedimenti disciplinari».