Fatti

Il crollo dell'Aula magna dell'Università di Cagliari, il sindaco: "Strage sfiorata" | VIDEO

Asia Buconi|

crollo università di cagliari

Uno crollo spaventoso, testimoniato pure dai video terrificanti diffusi dai Vigili del fuoco. Così può essere descritto quanto accaduto alla palazzina che ospita le facoltà umanistiche e l’Aula magna di Geologia dell’Università di Cagliari, che ieri ha ceduto improvvisamente, “come un fulmine a ciel sereno” ha detto il rettore Francesco Mola.

Adesso saranno le indagini a chiarire quali siano state le vere motivazioni del crollo, anche se Mola assicura che i controlli sulla struttura sono sempre stati puntuali e regolari. Il tutto è avvenuto ieri sera dopo l’orario di chiusura, intorno alle 22: la palazzina si è praticamente accartocciata su se stessa e ha spinto gli studenti che uscivano dalla mensa e quelli del vicino campus Sa Duchessa a buttarsi in strada e a chiamare i Vigili del fuoco.

Il custode ha subito chiarito agli studenti (comprensibilmente spaventati) che non ci fosse da temere per la vita di nessuno, dato che l’Aula Magna era vuota. Ma questo non ha impedito a false notizie su presunti morti e feriti di circolare sui social, poi smentite dalle ricerche dei caschi rossi che, con l’ausilio di cani e droni, hanno confermato che nella palazzina non ci fosse nessuno al momento del crollo. Ora tutta l’area intorno all’Aula Magna di via Trentino verrà chiusa in attesa di una relazione dei Vigili del fuoco, che hanno pure confermato di non essere mai intervenuti in quella zona.

Crollo all’Università di Cagliari, il sindaco: “Strage sfiorata”. Il rettore: “Le verifiche sono periodiche”

L’associazione studentesca Reset Unica ha nel frattempo organizzato per stamane alle 10.30 un presidio di protesta di fronte al rettorato in via Università per rivendicare “il diritto allo studio senza il rischio di morire schiacciati dalle macerie mentre facciamo lezione”. Il rettore Mola, da parte sua, ha ribadito: “La cosa importante ora è capire la causa per accertare se il problema fosse solo di questa parte dello stabile o anche del resto. Non ricordo quando sia stata fatta l’ultima verifica ma sono attività periodiche di routine svolte dalla Direzione investimenti e le segnalazioni scattano anche solo in presenza di una piccola infiltrazione”.

L’emozione, adesso, è quella del pericolo scampato. Ma la consapevolezza è che sarebbe potuta andare molto peggio di così. “Il Signore ci ha graziati. Se fosse successo prima sarebbe stata una strage. Lo stato d’animo è quello di chi sa che la nostra vita è appesa a un filo” questo il commento del sindaco di Cagliari Paolo Truzzu su quanto accaduto.