Fatti

Cosa c’è dietro la storia del topo morto sul pasto dei malati in ospedale

Il corpo senza vita del roditore è stato rinvenuto sul cellphane che ricopriva il pasto destinato a un paziente ricoverato nel reparto di Oncologia del nosocomio emiliano

Topo morto in ospedale

La Procura di Modena ha aperto un fascicolo d’inchiesta sulla vicenda del topo morto ritrovato su un pasto in Ospedale al Policlinico di Modena. In attesa di un confronto con le telecamere di video-sorveglianza, gli inquirenti non escludono alcun movente dietro questo gesto. Sembra chiaro, al momento, che il roditore non sia entrato con le proprie zampette all’interno della struttura emiliana. Per questo motivo, si sono fatte largo alcune ipotesi.

Topo morto in ospedale trovato sul pasto destinato a un paziente ricoverato

Due sono le piste che gli inquirenti stanno seguendo: la prima è rivolta in direzione del possibile malcontento di alcuni dipendenti che lavorano all’interno del Policlinico di Modena; la seconda, invece, fa riferimento a un possibile atto di ritorsione da parte di qualche no vax. Sta di fatto che la vicenda del topo morto in ospedale, rinvenuto lo scorso 9 settembre sul cellophane di un pasto destinato a uno dei pazienti ricoverato nel reparto di Oncologia del nosocomio emiliano, sta assumendo alcuni contorni che solamente le indagini riusciranno a chiarire. E una risposta potrebbe arrivare delle immagini immortalate dalle telecamere a circuito chiuso (utilizzate per garantire la sicurezza all’interno della struttura ospedaliera) che ora sono al vaglio degli inquirenti.

Perché si parla di no vax? Il motivo è molto semplice: nei giorni scorsi, infatti, alcuni anti-vaccinisti avevano provato ad accedere all’interno del Policlinico di Modena. Ovviamente, non trattandosi di persone in cura o arrivate tramite pronto soccorso, sono state respinte all’ingresso perché non in possesso del Green Pass. L’altro filone d’indagine, invece, riguarda i malumori di alcuni dipendenti: a novembre – a causa della scadenza del contratto di subappalto vigente, ci sarà il passaggio di consegne tra due cooperative impegnate nei servizi di pulizia. E questo potrebbe aver provocato tensioni proprio tra le persone che operano in quel settore all’interno dell’ospedale emiliano.

(foto: esterno Policlinico di Modena, da Google Maps)