Fatti

“A chi non ce l’ha fatta, a chi ha lottato il prima linea”, la stupenda coreografia del Milan per il derby

I tifosi della Curva Sud hanno voluto dedicare un pensiero alle vittime del Covid e al personale sanitario che “ha salvato la Nazione”

Coreografia Milan

Il mondo del tifo calcistico, questa volta, dà il buon esempio. Un mondo variegato, spesso al centro di critiche per atteggiamenti poco consoni e rispettosi, ma che oggi merita le prime pagine per la stupenda scelta di omaggiare – pochi istanti prima di uno dei derby più sentiti d’Italia – tutti coloro i quali hanno lottato per sconfiggere il Covid. La coreografia dei tifosi del Milan, esposta in Curva Sud, è una boccata d’ossigeno che sottolinea il sentito ringraziamento nei confronti di tutti quei medici, infermieri e personale sanitario che hanno dato l’esempio fin dall’inizio di questa pandemia. E un pensiero è andato anche a tutti coloro i quali non ce l’hanno fatta.

Coreografia Milan, al derby si omaggia chi ha lottato in prima linea contro il COVID

“A chi ha lottato, a chi non ce l’ha fatta. A chi ha combattuto in prima linea per salvare la Nazione: rendiamo onore a tutte queste persone dedicandogli la coreografia più importante di questa stagione”. Questo è il messaggio che ha anticipato di qualche istante l’esposizione della coreografia Milan poco prima del fischio d’inizio del Derby.

La partita si è conclusa con un pareggio (al vantaggio dell’interista Hakan Çalhanoğlu ha risposto il Milan con un’autorete di Stefan De Vrij), arrivato dopo una partita molto tesa ed emozionante. Ma il brivido più grande è arrivato prima che le due squadre calciassero il primo pallone. E l’immagine dei giocatori raccolti a centrocampo, mentre sullo sfondo campeggia la coreografia della Curva Sud rimarrà nella storia del calcio italiano.

 

(Foto IPP/Paolo Bona)