Cultura e scienze

Come sciare in sicurezza

sciare in sicurezza

In Piemonte, al Sestriere, lo scorso 2 gennaio è morta Camilla Compagnucci, 9anni, in vacanza con i genitori. Camilla ha perso la vita andando a sbattere contro le barriere frangivento. L’autorità giudiziaria ha sequestrato la pista Imbuto di Sauze d’Oulx, dove è deceduta la piccola, e altre tre piste da sci del comprensorio. A Sappada, in Friuli, una bambina di 9 anni è invece rimasta gravemente ferita in uno scontro sugli sci con una ragazza di 19 anni. La piccola ha riportato varie fratture.

Come sciare in sicurezza

Per questo il Corriere della Sera oggi indaga sulle cause della sequela di incidenti: gli esperti però spiegano che è difficile imputare la responsabilità alle condizioni delle piste.  «La situazione delle piste in questo momento è molto buona, sono innevate benissimo — dice Valeria Ghezzi, presidente dell’Associazione nazionale degli impiantisti —. C’è tanto afflusso e questo fa aumentare in proporzione gli incidenti. Quelli gravi però sono pochi. C’è un’attenzione maniacale da parte degli impiantisti nel mettere reti, protezioni, materassi per la sicurezza degli sciatori: la legge 363 del 2003 tutela lo sciatore molto di più rispetto ad altre nazioni. Il problema sono le persone spericolate che non rispettano le regole. È un problema culturale. Mancano l’umiltà di un approccio graduale, l’educazione e il rispetto. In questi giorni sulle piste trovi anche chi protesta perché le funivie sono chiuse per il vento».

come sciare in sicurezza
L’Italia sulla neve (Corriere della Sera, 5 gennaio 2019)

Anche per Luigi Petrillo, vicequestore di Cortina, il problema è soprattutto questo: «Si concepisce l ’attività sciistica come solo ludica e non sportiva, per cui spesso non c’è una preparazione adeguata. Molti sciano in orari poco consigliati, quando le piste sono diventate più dure o dopo lauti pasti, con i riflessi appannati. Nei casi più gravi sequestriamo lo skipass, già una decina in questi giorni a Cortina».  Per quanto riguarda le discese con lo slittino «bisogna assolutamente evitare di scendere lungo le piste da sci —esorta Nelso Siorpaes, maestro di sci e noleggiatore di slittini a Cortina — oltretutto perché è vietato. La pendenza delle piste da slittino non supera il 15% mentre è un attimo superare il 25% per una pista da sci. La raccomandazione è di andare sempre piano. Poi bisogna partire frenando subito con entrambi i piedi, e non pensare di frenare quando si è già presa velocità e non è più possibile».

Leggi sull’argomento: La soluzione finale per l’igiene di Roma: «I cittadini puliscano le strade»