Attualità

La soluzione finale per l’igiene di Roma: «I cittadini puliscano le strade»

natale monnezza roma 7

Il Messaggero racconta oggi che in assemblea capitolina è in arrivo una proposta di delibera della maggioranza con alcuni indirizzi in materia di gestione dei rifiuti. Si prevede di dare «mandato ai competenti organi dell’amministrazione» di procedere «alle opportune modifiche e all’aggiornamento della normativa regolamentare afferente la gestione dei rifiuti di Roma Capitale» sulla base di determinati criteri. Tra questi: il coinvolgimento di chi ha abitazioni o attività a fronte strada nello spazzamento del fronte stradale davanti alle loro attività commerciali o abitazioni, e quindi del marciapiede e il recepimento delle nuove sanzioni introdotte per legge nel 2015 che prevedono anche multe per chi getta i mozziconi di sigaretta per terra.

La soluzione finale per l’igiene di Roma: i cittadini puliscano le strade

E in effetti è strano che i grillini del Campidoglio non ci siano arrivati prima: una volta che si è fatto 30 pagando una delle tariffe per i rifiuti più alte d’Italia per ricevere in cambio uno dei servizi più vergognosi del Belpaese, è facile arrivare a 31 pretendendo che chi paga pulisca pure sostituendosi al lavoro che dovrebbe fare qualcun altro il quale però non lo può svolgere perché deve spendere tutti i suoi soldi per far smaltire i rifiuti fuori regione da altri che ci guadagnano pure.

tari tariffa rifiuti record roma
La tariffa rifiuti nelle grandi città (Il Sole 24 Ore, 26 febbraio 2018)

In effetti, la proposta viene da chi probabilmente non si rende conto che già oggi i commercianti si arrangiano per tenere pulite le vie dove lavorano anche se questo sarebbe compito del Comune: lo fanno perché altrimenti lo slalom tra i cumuli di monnezza a cui ci costringe la gestione scriteriata dei rifiuti che ha visto protagonisti tutti gli enti (regionali e comunali) e tutte le giunte di ogni colore politico fino ad oggi a Roma e nel Lazio potrebbe costituire un problema. Ma proprio per questo si potrebbe fare un ulteriore passo in avanti: visto che i cittadini lo fanno già, quand’è che tocca ai consiglieri comunali e regionali? Scopa e paletta, diaria perfetta.

Leggi sull’argomento: Come si fa la differenziata da voi a Roma?