Attualità

Come funziona la pillola Pfizer che cura il COVID approvata dalla FDA

La Food and Drug Administration americana ha dato il via libera al primo antivirale specifico contro il Covid: si chiama “Paxlovid”, una pillola prodotta da Pfizer. Come funziona e in che modo va assunta

paxlovid pillola pfizer covid

Negli Stati Uniti arriva il primo farmaco pensato specificamente per contrastare il Covid-19: si chiama Paxlovid, un antivirale in pillole prodotto da Pfizer ed approvato ieri dalla Food and Drug Administration (FDA), l’ente regolatore americano. Ne è stato autorizzato l’uso sulle persone dai 12 anni in su, con un forte rischio di ospedalizzazione, che presentano i primi sintomi della malattia e con un tampone positivo al coronavirus. Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha fatto sapere che a gennaio le prime 250mila dosi saranno distribuite in tutto il Paese, “con priorità alle zone maggiormente colpite”.

Come funziona Paxlovid, la pillola di Pfizer contro il Covid

Il Paxlovid è un antivirale che interferisce con i meccanismi utilizzati dal coronavirus per replicarsi all’interno delle cellule delle persone infette. Anche una pillola antivirale di Merck dovrebbe presto ottenere l’autorizzazione, ma il farmaco di Pfizer è quasi certamente l’opzione preferita a causa dei suoi lievi effetti collaterali e dell’efficacia superiore. Fa parte di una famiglia decennale di farmaci antivirali noti come inibitori della proteasi, che hanno rivoluzionato il trattamento dell’HIV e dell’epatite C. I farmaci bloccano un enzima chiave di cui i virus hanno bisogno per moltiplicarsi nel corpo umano.

Gli esperti sanitari concordano sul fatto che la vaccinazione rimane il modo migliore per proteggersi dal COVID-19. Ma con circa 40 milioni di adulti americani ancora non vaccinati, farmaci efficaci saranno fondamentali per attutire le ondate di infezione attuali e future.

Come si assume la pillola antivirale

La terapia consiste nell’assunzione di 30 compresse in cinque giorni tra Paxlovid e Ritonavir, un altro farmaco antivirale sviluppato tempo fa contro l’HIV, che consente alla pillola di Pfizer di rimanere attiva più a lungo nell’organismo, portando a migliori risultati. il farmaco non è raccomandato per i pazienti con gravi problemi ai reni o al fegato, mentre i bambini idonei per assumerlo devono pesare almeno 40 chili.

La FDA ha basato la sua decisione sui risultati dell’azienda di uno studio condotto su 2.250 pazienti che ha mostrato come la pillola abbia ridotto i ricoveri e i decessi dell’89% quando somministrata a persone con COVID-19 da lieve a moderato entro tre giorni dai sintomi. Meno dell’1% dei pazienti che assumevano il farmaco è stato ricoverato in ospedale e nessuno è morto alla fine del periodo di studio di 30 giorni, rispetto al 6,5% dei pazienti ricoverati nel gruppo che riceveva una pillola fittizia, che includeva nove decessi. Inoltre, uno studio di laboratorio ha dimostrato anche che la stessa pillola può risultare efficace contro la variante Omicron del virus.