Attualità

Come funziona il nuovo check in a Fiumicino

@neXt quotidiano|

fiumicino aeroporto

All‘aeroporto di Fiumicino inizierà l’applicazione del sistema di controllo affidato alla biometria con un nuovo metodo per il check in. All’arrivo al terminal si potrà mettere il passaporto nel lettore ottico e farsi inquadrare dalla telecamera: da quel momento tutti i passaggi successivi saranno svolti con la scansione del volto. Non serviranno più né carta d’imbarco né documento. Per adesso si partirà in forma sperimentale con un’unica compagnia, l’olandese KLM, per i voli con destinazione Amsterdam. Tra febbraio e marzo dovrebbero arrivare i nuovi impianti sofisticati di controllo dei bagagli a mano, che identificano anche piccolissimi quantitativi di esplosivo. Questo ci consentirà di lasciare nel trolley liquidi, dal bagno schiuma allo shampoo, ma anche tablet e notebook durante i controlli.

check in
Il nuovo check-in a Fiumicino (Corriere della Sera, 17 novembre 2019)

E quindi ecco il check-in automatizzato al chiosco, lo stesso per il bag drop (consegna bagagli), controllo passaporto, imbarco, tutto automatico, senza interazioni.

fiumicino aeroporto check-in
Il nuovo check in a Fiumicino (Il Messaggero, 17 novembre 2019)

Il Corriere della Sera spiega che una volta in viaggio il «token» con le informazioni sensibili di ciascuna persona imbarcata verrà cancellato dai server dopo circa un’ora anche per andare incontro alla regolamentazione europea sul trattamento dei dati riservati. In altri casi la conservazione potrebbe durare un anno perché legata a una sorta di iscrizione volontaria negli scali dove ci si muove spesso.

Leggi anche: Il modello British Steel per salvare ILVA