Fatti

Quattro violenze sessuali in una sola notte: arrestato il gestore di una discoteca di Città della Pieve

neXt quotidiano|

Città della Pieve carabinieri bacoli

Il suo nome era finito nel registro degli indagati, ma a piede libero, dopo la denuncia di una ragazza di 18 anni. Poi, nel giro di pochi giorni, altre giovani hanno raccontato di aver subito molestie e violenze sessuali da quello stesso uomo. E ora quel gestore di una discoteca di Città della Pieve, in provincia di Perugia, è finito in manette ed è stato trasferito in carcere. Secondo le testimonianze raccolte dai militari dell’Arma, il 53enne avrebbe compiuto 4 violenze sessuali in una sola notte. Il tutto “sfruttando” lo stato alterato dall’alcol di quelle ragazze.

Città della Pieve, arrestato gestore discoteca per 4 violenze sessuali in una notte

I vari episodi di violenza sessuale, secondo le accuse, sarebbero avvenuti nella notte tra sabato 1 e domenica 2 ottobre. Tutti all’interno di quella stessa discoteca, nel giro di poche ore. La prima a denunciare l’accaduto è stata una giovanissima ragazza che si trovava lì per passare una serata in compagnia di altri amici. E sono stati proprio loro ad allertare le forze dell’ordine e un’ambulanza dopo che la 18enne, in forte stato di agitazione, aveva raccontato quel che aveva subito all’interno di una stanza della discoteca.

Quello è stato il punto iniziale che ha fatto scattare le indagini che poi hanno portato all’individuazione e all’identificazione dell’uomo. Da quel momento, i racconti e le testimonianze di altre donne presenti all’interno di quella stessa discoteca di Città della Pieve quella notte. Alcune di loro, altre tre giovani, hanno riferito di esser state oggetto di palpeggiamenti e molestie sessuali all’interno del locale. Proprio da quello stesso uomo che poi sarà identificato come il gestore del locale bella provincia del capoluogo umbro. Ora, a pochi giorni dall’accaduto, l’uomo è stato arrestato dai Carabinieri e trasferito nel carcere Perugia – Capanne. Dovrà rispondere dell’accusa di violenza sessuale aggravata dall’utilizzo di sostanze alcoliche.