Trend

Ci mancava solo il postino furbetto che butta la posta nella differenziata | VIDEO

A riprendere il postino sono stati i commercianti che dopo alcuni giorni in cui si è ripetuta la stessa scena hanno deciso di denunciare i fatti al consigliere Borrelli.

Un postino furbetto, un video ancora più dispettoso. Lui, il dipendente delle poste, gettava le lettere nella differenziata (bravo). L’altro, un commerciante di Piazza Borsa, lo filma. Perché non si sa mai cosa getti, però se dovesse essere una lettera tanto vale segnalarlo. A rendere poi pubblico il video è stato il consigliere comunale napoletano Francesco Emilio Borrelli, che in un post spiega l’accaduto. “Invece di consegnare la posta, la getta nei contenitori della differenziata. Portalettere napoletano beccato da alcuni commercianti di Piazza Borsa che lo filmano e poi fanno segnalazione al consigliere Borrelli”

Ci mancava solo il postino furbetto che butta la posta nella differenziata. I commenti sotto il post spiegano tutto

Sotto il post del consigliere si sprecano i commenti, dai più severi ai più goliardici. C’è chi scrive, giustamente, “E pensare che c’è gente disoccupata che farebbe di tutto per portare la posta”, “Quindi il soggetto è recidivo. Bisognerebbe che le persone che dovevano ricevere da.lui la posta si costituissero e formassero un unica denuncia. Qui è penale la violazione della posta” o ancora “Dato che non ha voglia di lavorare licenziato in tronco e il suo posto lo prende qlc altro. Fine.” e “Se non avete voglia di lavorare state è a casa, che c’è gente che farebbe per lavorare. Licenziamento in tronco più penale!”

Effettivamente, nel video successivo, Borrelli fa vedere quello che c’era all’interno delle carte gettate dal postino.

“Ci eravamo accorti da un po’ di questa cosa e così abbiamo deciso di monitorare e registrare le sue mosse – raccontano i segnalanti -. Nelle campane della differenziata abbiamo recuperato la posta, si tratta di bollette, tasse da pagare, comunicazioni importanti, che se non recapitate a destinazione rappresentano un danno per cittadini ed i commercianti. Abbiamo così sporto denuncia e consegnato anche i filmati alle forze dell’ordine. Attendiamo gli esiti di questa indagine.”