Fatti

Il no vax che rapisce un esperto di vaccini in Svizzera (e poi viene ucciso)

neXt quotidiano|

Christoph Berger

Ha pagato al prezzo più caro i suoi deliri e quelle follie che lo hanno portato a compiere un gesto ancor più assurdo: rapire il presidente della Commissione federale per le vaccinazioni – e responsabile federale in Svizzera – Christoph Berger. Nonostante nel Paese fossero stata già cancellate tutte le restrizioni decise per la pandemia già dallo scorso 31 marzo, l’uomo – un cittadino tedesco che vive a Zurigo – ha deciso di portare avanti la sua battaglia contro i vaccini arrivando al gesto estremo del rapimento di una delle personalità più in vista a livello medico-sanitario della Svizzera. Durante le perquisizioni dopo la liberazione dell’uomo, il rapitore è stato freddato dalla Polizia. E, secondo quanto riportato dalla stampa locale, nella sparatoria ha perso la vita anche la sua compagna.

Christoph Berger rapito in Svizzera da un no vax (poi ucciso)

All’inizio di questa vicenda, le autorità svizzere aveva deciso di non fornire alcun dettaglio. Non si conoscevano le identità dei protagonisti, non si sapeva chi fosse il rapito e chi il rapitore. Come riporta il quotidiano La Repubblica, a rendere noto il proprio coinvolgimento, come vittima, è stato lo stesso Christoph Berger dopo esser tornato in libertà.

“Quell’uomo mi ha tenuto prigioniero per un’ora in un appartamento di Zurigo, chiedendomi di fargli avere un’ingente somma di denaro, ma non facendo alcun riferimento alla mia attività di responsabile delle vaccinazioni”.

Dopo la liberazione, Berger ha immediatamente avvisato le forze dell’ordine che, poi, sono riusciti a intercettare l’identità del rapitore: si trattava di un cittadino tedesco che risiedeva a Wädenswil – Zurigo – e che seguiva tutte le più paradossali teorie della cospirazione: dal terrapiattismo ai complotti sulla pandemia, passando per la presenza di alieni sulla terra, negazionismo su quanto accaduto negli Stati Uniti l’11 settembre del 2001. E per condurre questa operazione di rapimento, finita nel suo sangue, avrebbe fatto sponda su altre persone che fanno parte di quel movimento sulla terra piatta.