Attualità

Costantino della Gherardesca contro Susanna Ceccardi: e lei minaccia di lasciare lo studio | VIDEO

Ieri è stata una serataccia per Susanna Ceccardi: ospite di Piazzapulita prova a rifilare le fake news sul DDL Zan, viene smentita e poi quando è in difficoltà minaccia di lasciare lo studio

Ieri è stata una serataccia per Susanna Ceccardi: l’ex candidata per la Lega alla presidenza della Regione Toscana è stata ospite di Piazzapulita per difendere il suo partito dopo la legnata ricevuta da Fedez sul palco del concertone del primo maggio. A occhio e croce non se l’è cavata benissimo.

Costantino della Gherardesca contro Susanna Ceccardi: e lei minaccia di lasciare lo studio | VIDEO

Prima la leghista ha minacciato di querelare Costantino della Gherardesca perché le ha detto che “l’omofobia è radicata nella sua cultura”. Susanna si è offesa moltissimo: eppure quando era sindaco di Cascina si rifiutava di celebrare le Unioni Civili. Ceccardi ha provato a intortare il pubblico con una delle più vecchie fake news recitate dai partiti di centrodestra che si oppongono all’approvazione del ddl Zan: quella sull’utero in affitto. Come potete vedere nel video qui sotto però quando Annalisa Cuzzocrea spiega che la gestazione per altri è vietata in Italia e nulla c’entra con la legge, la leghista cambia subito discorso dicendo che è giusto tutelare gli omosessuali ma…

L’apoteosi arriva subito dopo il servizio in cui Luca Bertazzoni ha intervistato alcuni dei politici leghisti nominati da Fedez: la risposta della leghista è quella di leggere delle dichiarazioni di alcuni esponenti del Partito Democratico e di ricordare alcune frasi delle canzoni di Fedez per le quali poi il rapper si è scusato. Il problema dei leghisti che hanno pronunciato parole omofobe è però che il partito che rappresentano è contro il DDL Zan, mentre i consiglieri del Partito Democratico che in passato si sono comportati in maniera analoga non rappresentano la posizione della forza politica a cui appartengono. Così Ceccardi in imbarazzo prima minaccia di lasciare lo studio mentre Costantino della Gherardesca la sfotte, poi dice che sarà Salvini a decidere se espellere i leghisti che affermano che in Italia “l’omofobia non esiste”, infine si contraddice e spiega che sono stati già mandati via dalla Lega. Insomma, come si dice in questi casi, bene ma non benissimo.