Cultura e scienze

Carne rossa e cancro: lo studio che spariglia

carne rossa lavorata cancro tumori

La carne rossa e quella lavorata provocano il cancro? Quattro anni fa un aggiornamento delle tabelle dell’OMS provocò una serie di articoli sulla carne cancerogena fondati soprattutto sull’allarmismo. Salumi, insaccati e ogni genere di carne lavorata erano stati inseriti nel gruppo di rischio più alto in quanto aumentavano il rischio di sviluppare tumore al colon retto. La carne rossa fresca compariva nel gruppo 2A che contiene cancerogeni probabili.

Carne rossa e tumore: lo studio che spariglia

Oggi però una revisione di dozzine di studi condotti da ricercatori indipendenti è arrivata alla conclusione opposta: il rischio potenziale è basso e l’evidenza è incerta. Il report, citato anche dalla BBC e dall’AFP, consiglia agli adulti di continuare il loro attuale consumo di carne rossa, che è in media da tre a quattro volte a settimana in Nord America e in Europa. L’American College of Physicians ha pubblicato negli Annals of Internal Medicine una revisione degli studi già esistenti, e ritiene che dimostrino che ridurre il consumo di carne rossa ridurrebbe la mortalità per cancro di sette decessi per mille persone, considerato un numero troppo modesto per essere significativo.

carne cancerogena 1
Carne cancerogena: cosa ha detto l’OMS

I ricercatori descrivono anche come basso o molto basso il grado di certezza del legame tra salumi, malattie cardiovascolari e diabete. “Ci sono riduzioni di rischio molto basse per cancro, malattie cardiache e diabete e le prove sono incerte”, afferma Bradley Johnston, professore associato di epidemiologia presso la Dalhousie University in Canada.

La carne lavorata provoca il tumore o no?

Le conclusioni del lavoro non sono state molto apprezzate dalle organizzazioni per la lotta al cancro e dagli esperti di salute pubblica, che, spiega l’AFP, non contestano i risultati statistici ma le conclusioni: sebbene la riduzione del rischio sia relativamente bassa, l’impatto è tangibile. Il World Cancer Research Fund ha indicato che non cambierà le sue istruzioni.

carne rossa lavorata cancro
Carne rossa e lavorato: le disposizioni in UK (BBC)

 

Anche gli esperti della Harvard School of Public Health contestano il voto “basso” dato dagli autori delle nuove linee guida agli studi sulla carne. La Santé Publique France raccomanda di limitare i prodotti a base di carne a 150 grammi a settimana e la carne diversa dal pollame a 500 grammi. L’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro classifica la carne rossa come “probabile cancerogeno” e i salumi come “cancerogeni”.

Leggi anche: Cosa ha detto davvero l’OMS sulla carne lavorata cancerogena