Attualità

Chi c'è dietro il caos treni tra Firenze e Roma

neXt quotidiano|

rovezzano ritardo treni roma firenze 22 luglio 2019

C’è anche la pista di un’azione dimostrativa, collegabile al processo in corso al tribunale di Firenze contro 28 persone, la maggioranza delle quali collegabili all’area anarchica, tra le ipotesi cui stanno lavorando gli inquirenti impegnati nelle indagini sull’incendio alla cabina elettrica dell’Alta velocità vicino alla stazione di Rovezzano. I giudici dovrebbero pronunciare la sentenza tra alcune ore.

Chi c’è dietro il caos treni tra Firenze e Roma

Caos anche alla stazione Termini di Roma stamattina per i forti ritardi dovuti all’incendio, dai primi accertamenti risultato doloso, nei pressi della stazione di Rovezzano sulla linea Roma – Firenze. Confusione, sconforto e rabbia tra i passeggeri in partenza dallo scalo romano. I ritardi, si apprende dalla polfer, hanno toccato le tre ore, ma ora pian piano la situazione starebbe migliorando. Disagi si sono registrati anche alla stazione centrale di Napoli in seguito all’incendio che si è verificato nei pressi della stazione di Rovezzano, sulla linea Roma – Firenze. Il ritardo, in partenza, di alcuni treni dell’Alta Velocità ha causato disagi soprattutto ai numerosi pendolari che quotidianamente, soprattutto nelle prime ore della giornata, di spostano da Napoli a Roma, per raggiungere i posti di lavoro. Presi d’assalto i treni regionali (con tempi percorrenza superiori) che collegano Napoli con la capitale che però viaggiano lungo la linea Napoli-Roma, via Formia.

ritardo treni roma firenze 22 luglio 2019 1

La circolazione ferroviaria è stata completamente sospesa dalle 5 alle 8 di questa mattina per accertamenti da parte dell’Autorità giudiziaria. Concluse le prime indagini ispettive, il traffico è ripreso con forti rallentamenti. A causa del danno, si registra una forte riduzione di capacita’ dell’infrastruttura ferroviaria. Per questo motivo, al momento sono stati cancellati 25 treni AV, sia di Trenitalia sia di Italo, e i ritardi si sono estesi a tutto il sistema alta velocita’, con ripercussioni probabili per tutto il pomeriggio. Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana sono al lavoro per ripristinare i cavi danneggiati e quindi la piena funzionalità dell’infrastruttura.

I ritardi a Roma Termini e Napoli

Rfi sporgerà denuncia contro ignoti. Lo fa sapere la società che gestisce la rete ferroviaria, in merito all’incendio, dai primi accertamenti risultato doloso, nei pressi della stazione di Rovezzano. Le squadre tecniche di Rete Ferroviaria Italiana – precisa la nota – sono al lavoro per ripristinare i cavi danneggiati e quindi la piena funzionalità dell’infrastruttura. I ritardi dei treni, in seguito all’incendio che sembrerebbe doloso alla cabina elettrica nei pressi della stazione di Rovezzano, “si sono estesi a tutto il sistema alta velocità, con ripercussioni probabili per tutto il pomeriggio”. Lo fa sapere Rfi in una nota. “I ritardi medi sono di 180 minuti su tutto il sistema Av” ed è “interessato dai ritardi anche il traffico regionale nei principali nodi metropolitani”.

E’ ripresa da poco, sia pure con forti rallentamenti, la circolazione delle Frecce di Trenitalia in Veneto dopo il blocco di stamane della linea ferroviaria tra Roma e Firenze causato da un incendio di una cabina elettrica. In attesa che il problema venisse risolto, i convogli sono stati bloccati nelle stazioni dove è stata data ai passeggeri la massima assistenza. Trenitalia ha rinforzato i servizi proprio per supportare i clienti a causa del disagio patito. Segnano ritardi fino a quattro ore i treni dell’alta velocità in partenza da Milano per il Sud. E’ di 240 minuti il ritardo segnalato nel treno 9975 Italo da Milano a Roma Termini delle 8:15, mentre tre ore di ritardo il Frecciarossa 9509 per Napoli centrale delle 7:20.

L’incendio nella cabina dell’Alta Velocità

L’incendio alla cabina elettrica dell’Alta velocità nei pressi della stazione di Rovezzano, a Firenze, è scoppiato intorno alle 5.00. Sul posto si sono recati subito i vigili del fuoco e la polfer. Immediatamente è stata bloccata la circolazione dei treni, a quell’ora ancora scarsa, ma appena i pompieri si sono resi conto che le fiamme potevano avere un’origine dolosa, sono stati avvertiti gli uomini della digos e della polizia scientifica che hanno avviato tutti gli accertamenti del caso.

E’ ripresa, seppur con ‘marcia a vista’, la circolazione dei treni sulla linea ferroviaria dell’Alta velocità tra Firenze e Roma. Secondo quanto appreso non appena la polizia scientifica e gli uomini della digos avranno terminato tutti i rilievi nei pressi della cabina elettrica incendiata alla stazione di Rovezzano, a Firenze, la circolazione dovrebbe tornare regolare anche se ci vorrà probabilmente un po’ di tempo per far smaltire i ritardi accumulati.

Leggi anche: Quel filo rosso che lega il sistema Bibbiano e il DDL Pillon