Attualità

"Un bullo che sta bullizzando un Nazione", l'affondo di Bono contro Putin

neXt quotidiano|

Bono contro Putin

Lo aveva attaccato già all’inizio della guerra, a partire da quell’alba del 24 febbraio scorso. Il giorno in cui le truppe russe, su ordine del Cremlino, entrarono in Ucraina iniziando la loro invasione e la guerra. E ora, direttamente dagli studi televisivi italiani, il leader degli U2 Bono torna a scagliarsi contro Vladimir Putin. Il cantante irlandese lo ha fatto direttamente dagli studi di “Che Tempo che Fa” (su Rai 3), ospite di Fabio Fazio.

Bono contro Putin, “un bullo che bullizza una Nazione”

Nel corso dell’ultima puntata della trasmissione di Fazio, Bono ha voluto aprire una parentesi sulla guerra in Ucraina. Ha parlato del coraggio del popolo invaso che vive sotte le bombe alla ricerca di quella libertà violata dalla guerra e poi ha sottolineato come il pensiero di molti italiani sia in linea con il suo. Proprio sulla guerra e sul comportamento criminale di Vladimir Putin. E non solo. Perché nel suo discorso c’è spazio anche per l’alleato del numero uno del Cremlino, il Presidente bielorusso Alexander Lukashenko.

“Posso dire una cosa per quanto riguarda l’Ucraina? Sai cosa non piace agli italiani e non piace neanche a me. E, di fatto, Putin è un bullo e sta bullizzando un’intera nazione e i suoi obiettivi sono le donne e i bambini. Gli ucraini credono nella liberà, forse più di noi e la libertà è semplicemente tutto. Vedi questi come Putin, il suo amico bielorusso Lukashenko. Questi vecchi, grigi, noiosi, che sono degli assassini. La libertà è più sexy di tutta questa roba. Non perdete la libertà, è la parola più bella al mondo”.

Parole che ribadiscono concetti già espressi nel corso dei mesi scorsi, quando sul profilo ufficiale della band vennero pubblicate le parole di Bono contro Putin.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da U2 (@u2)

(foto: da “Che Tempo che Fa”, Rai 3)