Fatti

“Pensa se accadesse in un’altra capitale europea”, la campagna social Ucraina per chiedere aiuti militari | VIDEO

Un video diffuso dal Ministero della Difesa dell’Ucraina mostra finti bombardamenti su Parigi: “Pensa se accadesse in un’altra capitale europea”

campagna social ucraina bombardamenti parigi

“Pensa se accadesse in un’altra capitale europea”. Il ministero della difesa dell’Ucraina lancia una campagna social per chiedere l’istituzione di una no fly zone sui cieli del Paese sotto assedio oppure l’invio di aerei per rispondere agli attacchi russi. Lo fa con un video che mostra dei finti bombardamenti su Parigi ottenuti con effetti speciali che li rendono particolarmente realistici: la Tour Eiffel in fiamme, i civili che scappano spaventati mentre sulle loro teste sfrecciano velocissimi i caccia russi.

“Pensa se accadesse in un’altra capitale europea”, la campagna social Ucraina per chiedere aiuti militari

Al termine del video, una trentina di secondi in tutto, appare il messaggio di Volodymyr Zelensky: “Pensa se accadesse in un’altra capitale europea. Combatteremo fino alla fine, dateci una chance per sopravvivere. Chiudete il cielo sopra l’Ucraina, o forniteci gli aerei. Se noi cadiamo, voi cadete con noi”.

A chiedere nuovamente la no fly zone anche Lesia Vasylenko, europarlamentare di Kyiv: “Potrebbe avvenire una catastrofe nucleare 15 volte superiore a quella di Chernobyl negli anni Ottanta qualora un missile russo, per errore o di proposito, dovesse colpire una delle centrali nucleari”. Di parere diametralmente opposto il segretario del Partito democratico Enrico Letta: “No fly zone? È molto importante evitare escalation verso una guerra che potrebbe essere nucleare”.