Attualità

Il bimbo ammazzato di botte a Cardito

Secondo quanto appreso, il bambino sarebbe stato trovato adagiato su un divano dagli agenti della Polizia di Stato intervenuti all’interno dell’abitazione. Un uomo, arrestato pochi minuti fa, avrebbe aggredito e picchiato a sangue la convivente e i suoi figli. La sorellina è in codice rosso

cardito

In un’abitazione di via Marconi a Cardito, in provincia di Napoli i poliziotti hanno trovato un bambino di 7 anni morto, la sorellina di 8 massacrata di botte, che è ricoverata all’ospedale pediatrico di Napoli Santobono in gravi condizioni, e un altro bimbo di 4 anni per fortuna illeso. La lite sarebbe avvenuta fra la madre dei piccoli e il suo convivente. Sul posto il magistrato di turno.

Il bimbo trovato morto a Cardito

La Polizia di Stato è intervenuta a seguito di segnalazione di una lite in famiglia. Nell’abitazione, oltre al bimbo ritrovato morto e alla sorellina ferita, i poliziotti hanno trovato un’altra bambina di 4 anni, illesa, la madre dei tre bambini e il compagno di quest’ultima. Sono ancora in corso di accertamento le cause del decesso del bambino di 7 anni trovato morto in un’abitazione a Cardito, in provincia di Napoli. Secondo quanto appreso, il bambino sarebbe stato trovato adagiato su un divano dagli agenti della Polizia di Stato intervenuti all’interno dell’abitazione.

cardito bimbo morto afragola

Il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, componente della commissione sanità, su Facebook ha offerto una prima ricostruzione dell’accaduto: “un uomo, arrestato pochi minuti fa, avrebbe aggredito e picchiato a sangue la convivente e i figli con furia brutale. Uno dei due bambini sarebbe giunto già deceduto all’ospedale di Frattamaggiore mentre la sorellina è tutt’ora ricoverata all’ospedale Santobono in codice rosso”. “Il presunto autore del brutale omicidio sarebbe in queste ore già nelle mani degli agenti del commissariato di Afragola – ha proseguito il consigliere Borrelli – mentre il primario del Pronto soccorso del Santobono, Vincenzo Tipo, è rientrato subito in sede, nonostante fosse fuori servizio, per assistere la piccola paziente.

La tragedia di Cardito

Secondo l’Adn Kronos la madre del bimbo di 7 anni trovato morto in un’abitazione a Cardito, in provincia di Napoli, e il suo compagno vengono ascoltati in questi minuti dagli agenti del Commissariato di Afragola e della Squadra Mobile della Questura di Napoli che indagano sull’accaduto. Nano tv in un video in diretta ha spiegato che la sorellina del bambino morto ha delle ferite alla testa. L’inviato di Nano tv racconta che la famiglia versava in condizioni di disagio e che l’uomo fermato è disoccupato. 

Intanto una folla di curiosi si è radunata in via Marconi. In tanti in lacrime si chiedono cosa sia potuto accadere. Dolore e stupore anche per la notizia del ferimento della sorellina ricoverata all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. Nell’abitazione ci sono ancora gli agenti della Squadra Mobile e del locale commissariato per i rilievi. Le cause di quanto accaduto sono ancora da chiarire. Qualcuno riferisce di avere udito delle grida poco prima che scattasse l’allarme. La bimba di 8 anni – secondo quanto si apprende da fonti dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli – non ha traumi agli organi interni e la Tac al cranio non ha evidenziato problemi particolari. Ma ha il volto completamente tumefatto e tra i medici c’è chi dice di essersi trovato di fronte a una situazione forse senza precedenti.

La folla in via Marconi

Nell’abitazione ci sono ancora gli agenti della Squadra Mobile e del locale commissariato per i rilievi. Le cause di quanto accaduto sono ancora da chiarire. Qualcuno riferisce di avere udito delle grida poco prima che scattasse l’allarme. Sul luogo della tragedia di Cardito (Napoli) si è recato anche il sindaco Giuseppe Cirillo. Per coordinare le indagini è arrivato il sostituto procuratore della Repubblica di Napoli Nord. Gli investigatori stanno sentendo la mamma dei bimbi, una donna di 30 anni originaria del posto, ed anche il suo compagno, un italiano di origini straniere di 24 anni. La coppia viveva in zona da alcuni anni.

via guglielmo marconi cardito

Alle 15,30 di oggi è giunta al pronto soccorso dell’ospedale Santobono di Napoli la piccola, 7 anni, “affetta da trauma cranio-facciale e contusioni multiple per il corpo da percosse”, secondo quanto scritto nel bollettino dell’ospedale pediatrico Santobono di Napoli. “Allo stato la piccola – è scritto – non è in pericolo di vita, è ricoverata nel reparto di degenza di Neurochirugia. La piccola è vigile e cosciente, non ha deficit motori e le indagini praticate non hanno evidenziato lesioni d’organo. Tuttavia, le condizioni cliniche e psicologiche impongono un continuo monitoraggio delle funzioni vitali da parte del personale di reparto”. Domani mattina verrà emesso un nuovo bollettino medico.

Leggi sull’argomento: La banda degli ultras che rapinava le banche