Rassegna Stampa

Cosa si posta nel gruppo delle “Bimbe di Benno Neumair”

Fotomontaggi e frasi di amore e approvazione nei confronti del giovane che ha confessato l’omicidio dei suoi genitori a Bolzano. Realtà o provocazione?

Bimbe di Benno

Realtà o provocazione? È questa la domanda principale che molte persone si stanno facendo dopo la scoperta del gruppo Facebook (privato) denominato “Le bimbe di Benno Neumair”. Per alcuni giorni è rimasto lontano dalle luci dei riflettori, ma nelle ultime 24 ore il caso è diventato di pubblico dominio attirando l’indignazione di molti. Purtroppo, però, alcune persone hanno deciso di aderire a questa inquietante pagina social che, come espressamente dichiarato dalla “copertina”, non fa altro che adorare il giovane che ha confessato l’omicidio dei suoi genitori a Bolzano.

Bimbe di Benno Neumair: ecco cosa pubblicano nell’inquietante gruppo Facebook

Un gruppo privato, non aperto a tutti. Anzi, la parvenza è quella di una scelta selezionata dei profili che possono accedervi. In molti, anche solo per curiosità, sono riusciti a ottenere il “pass” per accedere ai contenuti. Tanti tra loro, si sono uniti per criticare fortemente questo fenomeno social inquietante. Il Corriere della Sera racconta cosa viene pubblicato all’interno di questo gruppo chiuso amministrato da tre profili social femminili (anche se sembrano essere gestiti da una stessa persona, visto che alcune fotografie e immagini del profilo si ripetono).

Sembrano essere piuttosto delle finte ammiratrici, che pubblicano solo commenti di pessimo gusto, battute volgari e bambineschi giochi di parole. Sul gruppo, comunque, ci sono anche moltissimi membri che si sono iscritti proprio per criticare quella che sembra essere la stupida provocazione di qualche ragazzino, e per chiedere ai responsabili di Facebook di chiuderla.

Nel frattempo, il gruppo è passato dai 150 iscritti di ieri ai 660 di questa mattina. A questa moltiplicazione si aggiunge anche quella dei post pubblicati all’interno del gruppo della Bimbe di Benno Neumair (330 nelle ultime 24 ore). Molti, però, sono i commenti pubblicati per criticare questa assurda iniziativa social che, visti i contenuti, sembra non essere una vera e propria adorazione del giovane accusato di duplice omicidio (e altri reati relativi alla scomparsa dei suoi genitori), ma una provocazione.

Provocazione o realtà?

Del caso delle Bimbe di Benno Neumair ha parlato oggi anche Gianluigi Nuzzi sulle pagine del quotidiano La Stampa.

Il gruppo ha vissuto sottotraccia per qualche giorno con le tre amministratrici dai nomi probabilmente di fantasia: Tara, Valerija (che dalle foto sembrano la stessa persona) e Ksenija. Sono loro tre che funambule con i loro post ondeggiano sul sottilissimo e scivoloso filo di una compiaciuta ironia o sarcasmo che sia. In particolare, Valerija alimenta l’indignazione pubblicando fotomontaggi con il giovane altoatesino e lei in improbabili fuoriporta al lago. Non mancano i titoli eloquenti, “Oggi sono andato a prenderlo in carcere, guardate com’è felice” e “Buongiorno a tutte, come state? Io BENNissimo”, senza privarsi di qualche scivolone patetico: “Comunque ancora non è stato fatto nessun processo e voi lo giudicate colpevole, io sono garantista e innamorata”.

Foto, commenti e pensieri di cattivo gusto. Resta indecifrabile il punto di caduto di questo gruppo Facebook. Si tratta di realtà o provocazione social?

(foto: da profilo Facebook di Benno Neumair)