Fatti

Beppe Grillo, redditi raddoppiati nel 2015

beppe grillo vendola

Con 355.247mila euro di reddito imponibile Beppe Grillo raddoppia rispetto all’anno scorso quando la dichiarazione dei redditi riportava un imponibile di 147.531. E’ quanto si legge dalla situazione patrimoniale dei dirigenti di partito pubblicata oggi sul sito del Parlamento. Rispetto all’anno scorso Grillo ha anche venduto una Mercedes Classe A e una moto Suzuki Burghan e acquistato una moto Honda Integra.

beppe grillo redditi 2015
La dichiarazione dei redditi di Beppe Grillo pubblicata sul sito del Parlamento


Beppe Grillo, redditi raddoppiati nel 2015

Grillo ha venduto una casa a Lugano che figurava (insieme ad una proprietà a Megeve in Francia, e un appartamento a Rimini e alla villa di Marina di Bibbona) tra i suoi beni. Non figura invece più Silvio Berlusconi che non ha depositato la sua dichiarazione facoltativa in quanto dirigente di partito. Berlusconi viene censito sull’anagrafe patrimoniale del Parlamento solo in quanto senatore e quindi solo ad inizio legislatura, essendo decaduto: il suo reddito dichiarato nel 2013 e riferito all’anno precedente risultava essere di 4,5 milioni di euro. Già dallo scorso anno il Cavaliere non risultava più nell’anagrafe patrimoniale del Parlamento.  Per quanti riguarda il governo è Gianluca Galletti il paperone. In base alla dichiarazione dei redditi presentata nel 2015 – e consultabile sul sito del Parlamento – il ministro dell’Ambiente si piazza in testa nella classifica dell’esecutivo con 126.119 mila euro. Fanalino di coda Maria Elena Boschi, che dichiara un reddito imponibile pari a 96.568. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, figura solo al settimo posto con 107.960, anche se rispetto alla dichiarazione del 2014 (98.961) risulta un po’ piu’ ricco. Medaglia d’argento a Giuliano Poletti. Il ministro del Lavoro dichiara nel 2015 122.886 mila euro. Marianna Madia si attesta a quota 98.471 mila euro; Enrico Costa, neo ministro della Famiglia, dichiara 116.665; Angelino Alfano 116.276; è di 101.715 mila euro il reddito imponibile del titolare della Farnesina Paolo Gentiloni; Roberta Pinotti 99.891; il Guardasigilli Andrea Orlando 98.478; Il titolare del dicastero di via XX Settembre Pier Carlo Padoan dichiara 99.427 mila euro; è di 109.216 l’imponibile dichiarato da Federica Guidi; Maurizio Martina 119.450; Graziano Delrio 98.726; Dario Franceschini dichiara 111.308 mila euro; Stefania Giannini 96.699; infine, Beatrice Lorenzin nel 2015 dichiara 98.471 mila euro di reddito imponibile.  Il presidente del Senato, Pietro Grasso, risulta più ricco della presidente della Camera, Laura Boldrini. Dalla sua dichiarazione dei redditi 2015, consultabile online da oggi sul sito parlamento.it insieme a quelle dei membri del governo, dei dirigenti e dei leader di partito, risulta un reddito imponibile di 352.171 euro. Mentre quello della terza carica dello Stato è di 137.566 euro.