Fatti

I bambini malati oncologici costretti nei rifugi antibombardamenti in Ucraina | VIDEO

neXt quotidiano|

bambini oncologici ospedale kiev dnipro rifugio anti bomba

Con i razzi russi capaci di raggiungere qualsiasi punto dell’Ucraina, e vista la predisposizione a colpire punti sensibili come gli ospedali (ieri intorno alle 15 il Ministero della Difesa del Paese sotto attacco ha parlato di spari contro un nosocomio di Donetsk che ha portato a 4 morti e 10 feriti, di cui 6 tra medici e infermieri), in alcune strutture i malati sono stati spostati in rifugi anti-bomba. Filmati documentano come a Kiev i bambini del reparto oncologico siano stati costretti a ripararsi con le loro mamme nel seminterrato della onlus ⁦Soleterre.

I bambini malati oncologici costretti nei rifugi antibombardamenti in Ucraina | VIDEO

Il presidente dell’associazione benefica, Damiano Rizzi, ieri sera a PiazzaPulita ha affermato: “Tutto il nostro personale si è spostato negli scantinati, nei bunker. Anche negli ospedali ci sono dei rifugi. Ci sono 25 bambini più gravi che non potevano essere portati altrove, chi può viene spostato. Pensare alla fragilità di un bambino paziente oncologico, al trauma che già è dover affrontare la malattia, è qualcosa che va oltre l’umanità”. 

Un video del New York Times mostra invece una situazione simile nei sotterranei di un ospedale a Dnipro: piccolissimi pazienti del reparto di terapia intensiva neonatale vengono assistiti da medici e infermieri nella città che è stata oggetto di bombardamenti già dalle prime ore della giornata di ieri.