Fatti

Attacco russo in Ucraina, bombardamenti anche a Kiev: "Usati droni kamikaze iraniani"

Asia Buconi|

droni kiev

L’esercito ucraino ha riferito che, durante la notte e questa mattina, in tutto il Paese sono stati abbattuti una quarantina di droni e tre missili lanciati dai russi. In particolare nel sud, attorno ai porti di Odessa e di Mykolaiv, droni 26 kamikaze sono stati intercettati. Mentre nel nord e nell’Ucraina centrale, intendendo anche Kiev, sono 11 i droni abbattuti con successo, riferiscono le forze armate ucraine. Inoltre, nell’Ucraina orientale, i militari di Kiev riferiscono di aver abbattuto tre missili da crociera.

“Oggi la Russia ha nuovamente attaccato infrastrutture civili ed energetiche in Ucraina. Tra gli obiettivi dei terroristi anche un palazzo con appartamenti a Kiev”, ha scritto su Twitter a seguito degli attacchi russi il premier ucraino Denys Shmyhal, che ha denunciato pure la presenza di “feriti”. “La risposta del mondo a questi crimini deve essere chiara” ha aggiunto il primo ministro ucraino ribadendo la necessità di “più sostegno per l’Ucraina e più sanzioni per l’aggressore”.

Bombardamenti russi a Kiev, tra le vittime una donna incinta e il marito. Il sindaco: “Usati droni kamikaze iraniani”

Nello specifico, è salito a tre morti il bilancio del raid compiuto oggi con un drone kamikaze dalle forze armate russe su un edificio della capitale ucraina Kiev. Lo ha reso noto su Telegram il vice capo dell’ufficio del presidente ucraino Volodymyr Zelensky, Kyrylo Tymoshenko, aggiungendo che diciannove persone sono state tratte in salvo. Tra le tre vittime vi sono una donna incinta e il marito. “Una giovane famiglia è morta dopo l’attacco russo contro un edificio residenziale a Kiev. Bodhan e Victoria, 34 anni, sono stati trovati morti. Aspettavano il primo figlio”, ha twittato il consigliere presidenziale Anton Gerashchenko, sottolineando come l’Ucraina abbia bisogno di sistemi di difesa aerea.

Il sindaco di Kiev, Vitali Klitschko, ha poi specificato su Telegram che la donna era incinta di sei mesi e che “la Russia ha lanciato il suo primo attacco contro la Capitale utilizzando droni kamikaze Shahed-136 di fabbricazione iraniana”. Fatto, questo, denunciato pure dal ministro della Difesa ucraino Oleksii Reznikov su Twitter: “Russia e Iran sono unite nel seminare morte e terrore. Il drone iraniano Shahed-136 è solo uno dei loro strumenti, insieme ai missili, Kalibr, Iskander e Kh e ai droni Mojaher-6, Fateh-110, Zolfaghar”.