Fatti

La ragazzina di 13 anni presa a calci e pugni dai compagni di scuola ad Ardea

neXt quotidiano|

Ardea

L’hanno prima circondata, poi insultata e – alla fine – colpita con calci e pugni. Il tutto davanti a scuola. L’ennesimo episodio di bullismo tra minori è avvenuto ad Ardea, nella zona a Sud di Roma, dove la vittima – una 13enne che frequenta la terza media nella scuola “Virgilio” – è stata vittima di un’aggressione condotta da tre ragazzi. Tutti minorenni. La giovane, sotto choc, è stata soccorsa in ospedale e se la caverà con una prognosi di cinque settimane. Le forze dell’ordine, dopo la denuncia del padre, stanno indagando per risalire all’identità dei tre adolescenti coinvolti.

Ardea, la ragazzina di 13 anni picchiata con calci e pugni dai compagni di scuola

L’episodio di violenza è avvenuto attorno alle 8.30 di ieri, giovedì 17 febbraio, davanti alla scuola media “Virgilio” di via Laurentina, ad Ardea. La 13enne è stata avvicinata da tre giovani (due sarebbero già stati identificati dalle forze dell’ordine) poco prima dell’inizio delle lezioni. Ed è in quel frangente che la ragazza è stata colpita più volte al volto e al corpo con calci e pugni. Gli aggressori, secondo i racconti della giovane, sarebbero un ragazzo di 17 anni e altri due 14enni. Nelle prime ricostruzioni – anche se questo fatto non è stato ancora accertato – si parla anche della presenza di un’arma (un coltello, che non sarebbe stato utilizzato) nelle mani di uno dei tre aggressori.

Il padre della ragazza, che frequenta la terza media in quella scuola di Ardea e vive con la famiglia nei pressi di Aprila, ha sporto denuncia ai Carabinieri. E proprio ai militari ha raccontato di come la figlia fosse vittima, da tempo, di bullismo. Era stata presa di mira da alcuni ragazzi (occorrerà valutare se si tratta degli stessi che l’hanno aggredita davanti scuola) con messaggi continui di presa in giro e derisione.

(foto: esterno scuola media “Virgilio”, da Google Maps)