Fatti

Anna Novax: l’ultima infamia dei negazionisti su Telegram è contro Anna Frank

La vergogna negazionista, con tanto di immagini e riferimenti alla persecuzione degli ebrei

Anna Novax

Questi quasi due anni di pandemia, quelli da cui saremmo dovuti “uscire migliori”, hanno messo in evidenza quel totale senso di vergogna sconosciuto a chi propaganda la propria ideologia (prima negazionista sul virus, poi sulle mascherine e oggi sui vaccini) utilizzando paragoni storici – pagine che, ancora oggi, sono simbolo di una ferita che non si può rimarginare – del tutto privi di contesto. E i social hanno dato il via libera a questi deliri. Ne abbiamo raccontati tanti, troppi. Ma la misura è diventata colma con il gruppo Telegram del “Diario di Anna Novax”.

Anna Novax, il delirio dei negazionsti su Telegram

Il nome della bambina simbolo della persecuzione degli ebrei nel periodo nazi-fascista, i suoi diari che hanno raccontato la storia di chi – come lei – era vittima di quel delirio storico che ha segnato la prima metà del Novecento. Tutto ciò e non solo viene paragonato dai no vax su Telegram a questa presunta “dittatura sanitaria”. Perché oltre al volto di Anna Frank, ecco comparire una seconda immagine a corredo del gruppo.

Al momento, risultano iscritte 664 persone. Ma il gruppo del “Diario di Anna Novax” non è stato creato di recente. Il primo contenuto pubblicato all’interno di questa chat Telegram, infatti, risale allo scorso 22 luglio. Con questa serie di commenti.

E da lì una serie di deliri: dal mero negazionismo spinto alle diverse bufale sulle vittime del vaccino in Italia. Il tutto correlato da quell’utilizzo dell’immagine di Anna Frank e di quella stella di Davide simbolo degli ebrei e della loro persecuzione in quella pagina buia della storia. Allusioni che in Germania vengono punite. In Italia, invece, ancora no.