Attualità

Anastasia Deeva, la ministra ucraina e lo scandalo che non c'è

anastasia deeva ucraina foto

Anastasia Deeva è la giovane (24 anni) ministra ucraina che ha la delega all’Integrazione Europea. Fin dal giorno della sua nomina la Deeva è stata oggetto di numerose critiche, riguardanti soprattutto il fatto di essere troppo inesperta per un compito così delicato come quello dei rapporti del paese con l’Unione Europea. Ma la Deeva non ha propriamente un ministero tutto suo, il suo ruolo è quello di vice-ministro dell’Interno (il cui titolare è Arsen Avakov) con l’incarico di lavorare alle difficili manovre di avvicinamento dell’Ucraina al sistema europeo. Ed è proprio il Ministro Avakov ad intervenire per difenderla ora che su Internet sono spuntate alcune foto che la ritraggono in pose “pornografiche” definendo “asessuati” coloro che in queste ore la stanno attaccando.

anastasia deeva ucraina foto
Anastasia Deeva con il ministro degli interni ucraino Arsen Avakov

Una ministra donna non può essere donna in privato?

Si tratta di foto private scattate prima che venisse nominata vice-ministro dell’interno, a quanto pare quando ancora studiava a Londra (anche se qualcuno scrive abbia studiato a Stoccolma). Le foto poi di per sé sono assolutamente non pornografiche, certo in alcuni scatti è ritratta seminuda e in uno si vedono anche le tette, ma davvero c’è ben poco di scandaloso nel servizio fotografico (o meglio nella serie di scatti) che qualcuno ha fatto riemergere a quanto pare da uno degli account social della neo ministra. L’unico errore della Deeva – ma si tratta più di un errore tattico che altro – è stato quello di non aver provveduto a “bonificare” il suo profilo da quelle foto, perché era abbastanza prevedibile che sarebbero ricomparse e che avrebbero potuto essere utilizzate per attaccarla e metterla in imbarazzo. Qualcuno vicino al governo ucraino ha definito le foto “artistiche” e ha bollato tutta la vicenda come un pretesto per continuare a prenderla di mira.
anastasia deeva ucraina foto
Altri la hanno accusata infatti di avere una eccessiva predilezione per la moda occidentale e per gli abiti firmati. Fin dal giorno della sua nomina infatti hanno iniziato a circolare voci di una sua possibile relazione (la Deeva è sposata) con il Ministro Avakov per spiegare il motivo per cui sarebbe stata chiamata a far parte del Governo. Questo infatti è il suo primo incarico governativo ufficiale (in precedenza si occupava di energia da fonti rinnovabili in Svezia ed è stata assistente parlamentare per i deputati del partito del deposto Presidente Viktor Yanukovych) e c’è chi sostiene che la sua nomina sia avvenuta in modo irrituale e che il suo curriculum non abbia le caratteristiche necessarie per farla diventare vice-ministro con una delega così importante. Critiche che sono assolutamente legittime, quando ci si limita al merito della questione e non si attacca la Deeva per alcune foto scattate chissà quanti anni fa. Nel frattempo il marito della Deeva, George Deev ha annunciato di voler sporgere querela nei confronti di tutti i giornali che pubblicheranno le foto “proibite” della moglie. A margine della questione noi italiani, che abbiamo eletto Cicciolina in Parlamento, avuto come ministra Mara Carfagna e che ad ogni estate sui giornali scandalistici vediamo pubblicate le foto di ministre e parlamentari in topless, possiamo dire agli ucraini che non è poi un così grande problema se una ministra ha fatto delle foto (semi)nuda. Quello che fa nella sua vita privata sono affari suoi, l’importante è che sia in grado di gestire gli affari dello Stato in modo competente.