Fatti

Ambra Angiolini torna a Stromboli dopo l'incendio e l'alluvione: "Qui per dare una mano"

Asia Buconi|

ambra angiolini incendio stromboli

Alla fine, Ambra Angiolini è tornata a Stromboli a due mesi dal terribile incendio scoppiato durante le riprese di una fiction Rai sulla “Protezione Civile” che la vedeva tra i protagonisti. “Sono qui per dare una mano” avrebbe detto l’attrice, accompagnata sul posto anche dall’attore Andrea Bomente e dal direttore della produzione della fiction: lo riporta Fanpage.it. Proprio quel rogo, infatti, aveva scatenato lo scorso 12 agosto una clamorosa alluvione, che aveva sepolto sotto fiumi di fango l’isoletta delle Eolie.

Ambra Angiolini sta aiutando volontari e cittadini a spalare e a recuperare gli oggetti perduti. L’attrice non ha rilasciato dichiarazioni ufficiali alla stampa, ma ha aperto un dialogo con le persone dell’Isola. Il suo agente ha detto al Corriere della Sera: “Lei è venuta in autonomia, voleva aiutare le persone dell’Isola”.

A settembre dovrebbero riprendere le riprese della fiction “Protezione Civile”, aspettando che l’inchiesta prosegua. L’amministrazione comunale, in attesa del processo, si è costituita parte civile e il sindaco di Lipari Riccardo Gullo ha detto in merito: “Anche io ho sentito dire che vogliano riprendere le riprese della fiction. Se hanno tutte le autorizzazioni necessarie è un loro diritto lavorare. A me personalmente non è stata presentata alcuna richiesta. Verificherò se ci sono precedenti autorizzazioni in tal senso”.

Ambra Angiolini in visita a Stromboli: il disastro del 12 agosto

Il temporale dello scorso 12 agosto aveva messo in ginocchio l’isola di Stromboli: strade e case allagate, motorini sommersi dal fango. Alcuni cittadini erano stati evacuati mentre volontari della protezione civile e vigili del fuoco avevano lavorato senza sosta per liberare dal fango case e strade. Era emergenza sulla spiaggia Lunga, dove il nubifragio aveva riversato a pochi passi dal mare i rifiuti che si trovavano nella vecchia discarica. Dalla montagna, trasportati dalla pioggia incessante, erano scesi fiumi di fango e detriti che avevano invaso le stradine dell’isola e le case. Una cinquantina le persone costrette a lasciare le loro abitazioni, mentre volontari, abitanti, vigili del fuoco, carabinieri e protezione civile avevano lavorato per ore, con l’ausilio di bobcat. Gli abitanti avevano subito puntato il dito contro la mancata messa in sicurezza della montagna dopo che l’incendio di tre mesi, durante le riprese della fiction con Ambra Angiolini, aveva distrutto la vegetazione e messo in pericolo la stabilità del terreno.