Attualità

A 150 km da casa cerca di evitare la multa COVID: “Il medico mi ha prescritto di camminare molto”

Ad Agnone in Molise c’è chi fa lo spiritoso per evitare di prendere la multa per non aver rispettato le norme anti COVID. Gli è andata male: è stato denunciato

agnone il medico mi ha detto di camminare molto

Se non fossero notizie vere ci sarebbe da ridere. Invece riflettere su quanto certi personaggi si industrino per farla franca mentre non rispettano le regole anti COVID. L’ultimo caso è avvenuto ad Agnone nel Molise. Un uomo, fermato dai Carabinieri mentre passeggiava. Il signore, residente in un paese dell’Abruzzo, si trovava a 150 chilometri da casa sua e per giustificarsi ha addotto una scusa che è una palese presa in giro: “Il medico mi ha prescritto di camminare molto”. L’uomo è stato denunciato. L’Abruzzo si trova in zona arancione e non solo, come in tutta Italia, è vietato spostarsi per recarsi in un’altra regione, ma è vietato anche uscire dal proprio comune se non per motivi di necessità.

Purtroppo si tratta dell’ultimo caso di una lunga serie di episodi di individualismo. Ieri vi abbiamo raccontato cosa è successo a Bacoli: il consigliere regionale della Campania Francesco Emilio Borrelli ha pubblicato sulla sua pagina Facebook la segnalazione di un cittadino: “Francesco, questo è avvenuto l’altro giorno in un ristorante di Bacoli. Noi siamo chiusi a casa da mesi e facciamo sacrifici, mentre questi fanno le cene, i brindisi e le feste? Non è giusto”. Nel video si vedono ragazzi festeggiare, chi in piedi sulle sedie, chi a ritmo di musica. E qualcuno che alza le bottiglie (con tanto di candelotti), brindando al 2021.