Cultura e scienze

Le panzane di Adriano Panzironi e la pubblicità di Barbara D’Urso a Life 120

panzironi d'urso burioni life 120 - 3

Già la settimana scorsa non c’era alcun bisogno di dare spazio e fare pubblicità ad Adriano Panzironi. Ma possiamo capire che a Barbara D’Urso interessino più gli ascolti e lo share che fare informazione corretta. Ma siccome di Panzironi non si butta via nulla ecco che ieri a Live – Non è la D’Urso il giornalista (sospeso) nonché “dietologo” (ma non è né un medico, né un farmacista, né un biologo) e guru del metodo “Life 120” è tornato nel salotto televisivo della D’Urso.

Barbara D’Urso fa il bis con Panzironi (che tanto non fa ingrassare)

«Tutta la settimana che i giornali hanno parlato di lui: Adriano Panzironi e la sua filosofia,  il suo stile di vita» annuncia la D’Urso, che poco ci manca che dica che è per merito suo che ora Panzironi è diventato un “caso”. In realtà del guru del Metodo Life 120 se ne parla da un po’. E certo non è un’esclusiva averlo in televisione visto che sono anni che bazzica programmi come Il Cercasalute dove fa promozione del sui libro, del suo “metodo” e dei suoi integratori grazie ai quali promette dimagrimenti eccezionali, di vivere fino a 120 anni e di curare malattie come diabete e Alzheimer.

 base di spezie (curcuma, zenzero, chiodi di garofano, origano, pepe nero e cannella)

Non serve certo essere giornalisti d’inchiesta per capire che non è possibile guarire dal diabete o dall’Alzheimer mangiando pilloloni fatti di spezie pressate (curcuma, zenzero, chiodi di garofano, origano, pepe nero e cannella). Come non serve essere un dietologo per intuire che una dieta basata su carne e insaccati a volontà non sia proprio salutare. Ma il trucco della D’Urso è quello di mettere “sulla graticola” Panzironi di fronte ad un gruppo di “analisti”. Di questi però solo una persona era qualificata a parlare di diete (essendo una dietologa), altri sono personaggi del  mondo dello spettacolo e opinionisti.

Perché non bisogna invitare Panzironi in televisione

«Panzironi promette di far arrivare a 120 anni sani e magri, anche con i suoi integratori» spiega la D’Urso che anche questa volta riassume tutta la “vicenda Panzironi”: le multe dell’Agicom, la sospensione dall’Ordine dei Giornalisti e le denunce dell’Ordine dei Medici. Ma al tempo stesso si continua a sottolineare che “il suo business non si arresta” che ha centinaia di migliaia di “adepti” e si fa pubblicità al suo sito web. Ma a Panzironi le critiche non interessano, ci è abituato.

panzironi d'urso burioni life 120 - 1

E sa bene che andare in televisione in prima serata è già una vittoria. Perché nessuno degli “analisti” è in grado di confutarlo sul punto delle sue affermazioni. Le “testimonianze” raccontano di essere guariti o dimagriti ma non portano analisi e dati che lo dimostrano. Ma anche se Panzironi dovesse confrontarsi solo con medici e dottori ne uscirebbe vincitore, perché potrebbe raccontare la solita storiella dei poteri forti, dei “sepolcri imbiancati” che non vogliono raccontarci quanto sia facile (e relativamente costoso, visto che il metodo costa 250 euro al mese) vivere fino a 120 anni.

panzironi d'urso burioni life 120 - 4

Fino ad ora nessuno degli “adepti” di Panzironi ha raggiunto il traguardo di 120 anni. Sappiamo come vanno le cose in queste trasmissioni: tutti si urlano sopra e non si capisce nulla. Non si fa un dibattito scientifico sulla salute delle persone dopo aver trattato di argomenti come il presunto tradimento di una coppia di fidanzate, lo scoop su Caniggia e appena prima di un’intervista a Rocco Siffredi. E finché Barbara D’Urso si occupa di quelle cose va benissimo. Diverso è invece dare spazio a persone come Panzironi, per due settimane di fila. Forse pretendiamo troppo da un programma come quello di Barbara D’Urso?

Leggi anche: «Silvia Romano costretta al matrimonio islamico»