Attualità

L'accordo del governo per aumentare le forniture di gas dall'Algeria e ridurre la dipendenza dalla Russia

neXt quotidiano|

italia gas algeria

“Italia e Algeria vogliono rafforzare la cooperazione anche in altri campi. All’incontro di oggi seguirà il quarto Vertice Intergovernativo che – ho il piacere di annunciare – si terrà qui ad Algeri il prossimo 18 e 19 luglio”: dopo l’incontro col presidente algerino Abdelmadjid Tebboune al palazzo presidenziale, il presidente del Consiglio Mario Draghi ha annunciato la firma di una “dichiarazione d’Intenti sulla cooperazione bilaterale nel settore dell’energia”. “A questa – ha spiegato il premier italiano – si aggiunge l’accordo tra Eni e Sonatrach per aumentare le esportazioni di gas verso l’Italia. L’Italia è pronta a lavorare con l’Algeria per sviluppare energie rinnovabili e idrogeno verde. Vogliamo accelerare la transizione energetica e creare opportunità di sviluppo e occupazione”.

L’accordo del governo per aumentare le forniture di gas dall’Algeria e ridurre la dipendenza dalla Russia

Subito dopo l’invasione dell’Ucraina, il governo aveva annunciato che l’Italia si sarebbe mossa “con rapidità” per ridurre la dipendenza dal gas russo diversificando gli approvvigionamenti. “Gli accordi di oggi sono una risposta significativa a questo obiettivo strategico, ne seguiranno altre”, fanno sapere da Palazzo Chigi. L’obiettivo è incrementare le forniture di gas dal paese che già rappresenta il 31% del nostro import ed è secondo solo a quello che arriva dalla Russia.

In viaggio al fianco di Draghi ci sono anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio e quello della Transizione ecologica Roberto Cingolani. Sul tavolo anche lo sviluppo di energie rinnovabili e idrogeno verde: “Vogliamo accelerare la transizione energetica e creare opportunità di sviluppo e occupazione”.


I rapporti tra Italia e Algeria sono stati rilanciati dopo il 2019, e nel mese di novembre scorso c’è stata anche una visita nel Paese da parte di Sergio Mattarella.