Attualità

Il fiume Pescara esonda in Abruzzo

fiume pescara esonda

Dopo l’emergenza neve, emergenza acqua a Pescara: il fiume Pescara ha iniziato a esondare alle 5 circa; le golene sono state chiuse già alle 4,30, quando si sono accesi i semafori segnalando la situazione di allarme. Il Comune fa sapere che si registrano problemi di allagamenti in tutto il territorio comunale. Sconsigliato l’uso dell’auto. Il Centro funzionale della Protezione civile d’Abruzzo ha segnalato una crescita costante dei livelli idrici. Il bollettino di allerta prevede per l’intera giornata di oggi ‘codice arancione’ per rischio idraulico. Criticità non solo a Pescara, ma anche a Montesilvano (Pescara) e Francavilla al Mare (Chieti) per gli allagamenti, con strade e sottopassi chiusi in più punti. A Montesilvano, in particolare, è stato chiuso un tratto di lungomare perché le traverse che portano alla riviera erano invase dall’acqua. Al lavoro la protezione civile con nove idrovore.

Il fiume Pescara esonda in Abruzzo

Al lavoro la Protezione civile comunale, in sinergia con Polizia municipale e forze dell’ordine. Al momento si stanno controllando tutti i sottopassi. In particolare è stato chiuso quello di via Raiale, in una zona di industrie e uffici. Non ci sono problemi al canile sempre nella stessa area. Il Centro operativo comunale resta aperto; per le emergenze sono a disposizione il numero verde 800 822 690 e il fisso 085/3737202. Intanto si attende l’esercito nel resto della regione per l’emergenza neve.
fiume pescara esonda 1
Alle ore 19 di ieri intanto erano circa 100mila le persone senza energia elettrica: 26.000 clienti soltanto in 45 comuni in provincia di Chieti. Le ispezioni hanno rivelato un numero significativo di interruzioni delle linee per via del crollo di pali e tralicci; le attività in corso permetteranno di ridurre il numero di clienti disalimentati di ulteriori 10.000 gia’ entro la serata, anche attraverso l’installazione di gruppi elettrogeni nei comuni colpiti. Provincia di Pescara: 19.000 clienti disalimentati. Nel pomeriggio, sono stati risolti i problemi che interessavano la rete di Alta Tensione e la Cabina Primaria Penne è ora rialimentata. Sono ora in corso le attivita’ di rialimentazione delle linee di Media Tensione e le manovre per la selezione dei guasti che si sono evidenziati solo al ripristino dell’Alta Tensione. Il numero di clienti che rimarranno disalimentati sara’ confermato a valle del completamento delle attivita’ di identificazione guasti in corso. Provincia di Teramo: 58.000 clienti disalimentati. Sono stati risolti i problemi che interessavano la rete di Alta Tensione per le Cabine Primarie di Teramo Citta’ e Cellino Attanasio. Sono in corso attivita’ da parte del gestore della rete di Alta Tensione per il ripristino della funzionalita’ della Cabina Primaria di Sant’Omero, che interessano circa 9.000 clienti. Il numero di clienti che rimarranno disalimentati sara’ confermato a valle del completamento delle attivita’ di identificazione guasti in corso. Il possibile peggioramento delle condizioni meteo previsto per la notte potrebbe richiedere tempi piu’ lunghi per il ripristino del servizio. Nelle prossime ore e-distribuzione fornira’ ulteriori aggiornamenti alla Protezione Civile e alle istituzioni, evidenziando, laddove possibile, i tempi previsti per la riattivazione del servizio.
fiume pescara esonda 2

Scuole e strade chiuse in Abruzzo

Le scuole sono chiuse a Pescara, L’Aquila, Chieti, Sulmona e in tanti piccoli centri. Il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso, ha spiegato che le utenze Enel non servite, in questo momento, sono 48mila nel teramano, 27 mila nel chietino e 12 mila nel pescarese. Preoccupa la situazione del “Pescara”. Il fiume ha iniziato ad esondare alle 5 circa, le golene sono state chiuse gia’ alle 4,33 quando si sono accesi i semafori segnalando la situazione di allarme. Problemi di allagamenti si registrano in tutto il territorio comunale di Pescara, su cui la Protezione Civile comunale, in sinergia con Polizia Municipale e forze dell’ordine sta operando per cercare di uscire dalla fase di emergenza. Il Comune di Pescara raccomanda la massima prudenza e di prendere l’auto soltanto se necessario: le strade allagate non consentono di avere una perfetta cognizione dell’eventuale pericolo e il passaggio delle auto potrebbe peggiorare la situazione allagamento alle strutture circostanti. Al momento si stanno controllando tutti i sottopassi, al fine di chiudere quelli allagati, quello di Fontanelle non riscontra problemi, libero anche quello del Ponte delle Liberta’, il sottopasso di via Raiale, invece è chiuso.

L’esondazione del fiume Pescara in Abruzzo – video