Attualità

Aaron Driver: l'uomo dell'ISIS in Canada

aaron driver

Un 24enne presunto sostenitore dell’Isis che secondo le autorità pianificata attentati kamikaze in alcune delle principali città canadesi è morto durante un’operazione della polizia a Strathroy, circa 225 a ovest di Toronto. Lo riferiscono i media locali. L’uomo, Aaron Driver, di Winnipeg, nel centro del Paese, era tenuto sotto controllo da due anni, da quando cominciò a scrivere su Twitter messaggi di sostegno al gruppo jihadista utilizzando lo pseudonimo di Harun Abduranham. Il giovane fu arrestato a giugno dell’anno scorso e successivamente posto in regime di libertà condizionale. Secondo l’emittente CTV, Driver pianificava un attacco in un luogo pubblico. Non e’ chiaro se durante l’operazione, scattata all’alba di ieri nel timore che il 24enne si facesse esplodere in un luogo affollato, siano stati trovati esplosivi.

Aaron Driver: l’uomo dell’ISIS in Canada

Driver aveva parlato con la CBC e in una conversazione telefonica della durata di 90 minuti aveva raccontato della sua fede: «Se un paese dichiara guerra a un altro paese o a un popolo deve essere preparato alle conseguenze», aveva detto il militante. Driver è stato ucciso mercoledì dopo che i servizi di sicurezza avevano ricevuto informazioni credibili su un potenziale atto terroristico in preparazione. La famiglia ha detto che la polizia ha sparato a Driver dopo che lui aveva fatto esplodere un dispositivo che aveva ferito un’altra persona. Secondo le informazioni l’uomo aveva intenzione di utilizzare una bomba che aveva preparato per una missione suicida in un luogo pubblico.

Prima di finire all’attenzione dei servizi segreti Driver aveva avuto un’infanzia difficile e si era convertito all’Islam durante l’adolescenza; i suoi genitori sono cristiani e vivevano a Saskatchewan, lui ha vissuto anche a New Brunswick e in Ontario prima di trasferirsi a Manitoba nel 2012: la madre è morta quando lui aveva sette anni e il padre in seguito si è risposato.