Attualità

Quando serve l’autocertificazione dal 4 maggio: per il lavoro basta il tesserino

Formalmente gli spostamenti devono ancora essere giustificati con il modulo di autocertificazione che, però, nella sua formulazione ultima non prevede le novità del nuovo decreto. Si attende la circolare del Viminale ai prefetti

nuova autocertificazione dal 4 maggio modulo autocertificazione spostamenti 26 marzo 2020

Ieri il governo ha finalmente pubblicato le risposte alle domande frequenti sul sito di Palazzo Chigi, nuova forma di legislazione tramite sito internet. Formalmente gli spostamenti devono ancora essere giustificati con il modulo di autocertificazione che, però, nella sua formulazione ultima non prevede le novità del nuovo decreto. Si attende la circolare del Viminale ai prefetti, ma potrebbe bastare qualche correzione sul vecchio modulo. In ogni caso il governo ha specificato che per chi va al lavoro si potrà esibire un tesserino e potrebbe non servire per andare a fare sport o al parco. Anche i controlli saranno più mirati ad evitare assembramenti. Ferdinando Giugliano su Repubblica oggi si fa qualche domanda sulle nuove regole:

modulo autocertificazione spostamenti 26 marzo 2020 1
Il nuovo modulo di autocertificazione degli spostamenti del 26 marzo 2020

E’ fondamentale che ai cittadini siano date regole chiare e dati trasparenti per valutare l’effetto delle misure in atto. Ad esempio, a cosa serve l’autocertificazione per spostarsi all’interno dello stesso comune, quando i motivi validi per farlo sono ormai sostanzialmente incontrollabili? Il settore pubblico faccia invece sentire la sua presenza dove c’è bisogno: nell’aumentare la sua capacità di testare prontamente la popolazione, di tracciare i contatti degli infetti e di curare adeguatamente gli ammalati — anche quelli a casa. L’obbiettivo dovrebbe essere semplice: più tamponi e meno timbri.

L’autocertificazione quindi non è necessaria in caso di spostamento per lavoro, se lo si può dimostrare attraverso una lettera del datore di lavoro o un tesserino. Resta necessaria per tutti gli altri movimenti.

Leggi anche: Il nuovo modulo autocertificazione per “incontro con i congiunti” è falso