Cultura e scienze

Viale Carlo Felice 49: la palazzina occupata

«Quello è un mondo a parte, non sappiamo cosa accada lì dentro:non fanno entrare nessuno, ogni tanto sentiamo litigare, la sera invece c’è la musica ad alto volumenel centro sociale al piano terra». Viale Carlo Felice, civico 69: striscioni appesi e impalcature «perché quella palazzina è inagibile» dicono i residenti delle abitazioni vicine nell’articolo che la cronaca di Roma del Messaggero dedica alla vicenda della donna trovata morta con i figli nel palazzo occupato. La palazzina, di proprietà della Banca d’Italia, è stata occupata dieci anni fa. «Nord africani, sudamericani, ragazzi dell’Est Europa ci abitano anche tante famiglie» raccontano i negozianti della zona che vedevano passare ogni mattina Khadija El Fatkhani con i piccoli, Moussif, 9 anni, Rhim, tre (entrambi uccisi barbaramente) e Iba, 5 anni, ricoverata in gravi condizioni all’ospedale San Giovanni.

Foto del civico 69 di viale Carlo Felice, da Google Street View