Cultura e scienze

Il tuo computer ti conosce meglio della tua ragazza… per colpa di Facebook

Il tuo computer ti conosce meglio degli amici, e perfino di tua moglie. È lo sconfortante verdetto dell’équipe di scienziati dell’università di Cambridge che hanno analizzato più di 86mila profili Facebook, dimostrando la capacità dell’intelligenza artificiale di costruire un profilo sulla base dei like che spensieratamente mettiamo sotto i post. Secondo gli specialisti, il giorno in cui il pc sarà in grado di passare ai raggi X la nostra personalità è ormai alle porte; e la vicenda descritta nel film Her, in cui un uomo “si innamora” del suo computer, potrebbe diventare tragicamente reale.
 
IL COMPUTER TI CONOSCE MEGLIO DELLA TUA RAGAZZA
“In futuro un computer potrebbe essere in grado di dedurre  dall’interazione con noi i tratti fondamentali della nostra personalità, reagendo di conseguenza – ha detto all’Independent il dottor Wu Youyou, coordinatore dello studio pubblicato  sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences. – Questo potrà  portare alla nascita di macchine dotate di intelligenza emotiva e di abilità sociali”. E non sarà un bel vivere, come teme chiunque abbia letto qualche libro di fantascienza, anche perché secondo il ricercatore tutti noi potremmo proficuamente avvalerci del consiglio dell’”oracolo” informatico al momento di prendere decisioni cruciali per l’esistenza, come intraprendere una attività autonoma, cambiare lavoro e perfino scegliere la persona da amare.
facerbook big brother
I CINQUE TRATTI
Nello studio in questione i ricercatori hanno impiegato un software che tiene conto del numero e del tipo di like su Facebook per valutare la personalità di un utente sulla base dei cinque tratti comunemente usati nelle valutazioni psicologiche: estroversione-introversione, gradevolezza-sgradevolezza, coscienziosità-negligenza, nevroticismo-stabilità emotiva, apertura mentale-chiusura mentale. Tanto per dire, chi “laika” il film Il cacciatore di aquiloni, la mountain bike e la scuola risulterebbe essere un individuo coscienzioso e organizzato; mentre dichiararsi fan dei Velvet Underground, di Lercio e di Guerre stellari farebbe di noi un tipo più disinvolto, e perfino schiodato. Il dottor David Stillwell, che ha elaborato il test di personalità, ha confrontato il responso del computer con l’opinione di parenti e amici, e con la valutazione che davano di sé i diversi soggetti: “E’ saltato fuori che il computer era in grado di conoscere una persona tanto quanto il coniuge, meglio di un amico e molto meglio di un collega di lavoro”, gongola lo studioso. E dato che un utente tipo di Facebook vanta una media di 227 like, numero che risulta rapidamente in crescita, la possibilità che il computer diventi una sorta di Grande Fratello, sovrapponendosi persino alla coscienza e alla “essenza” stessa di ciascuno di noi, appare drammaticamente realistica. Senza contare che governi e regimi, ma anche Big Business, potrebbero tenerci in pugno con un clic.
 
CHE PREDE INFORMATICHE SIETE?
“La capacità di valutare la personalità dell’altro è una abilità sociale essenziale di cui ci serviamo nella vita di tutti i giorni – osserva il dottor Stillwell, – sia che si tratti di acquistare qualcosa che di scegliere una polizza di assicurazione, una moglie e, perché no, un presidente”. Intanto cominciate a darvi una regolata, e scoprite che tipo di “preda informatica” siete. Rientrate nel profilo caratterizzato da apertura mentale se amate David Bowie, praticate il buddismo e adorate l’architettura razionale. Siete conservatori e convenzionali, invece, se vi dichiarate fan della Thatcher e di Piero Angela. Appartenete al tipo organizzato se vi piace studiare chimica e passate le domeniche a fare arrampicate, mentre siete spontanei e perfino audaci se vi battete per i diritti dei gay e adorate la satira. E’ estroverso chi adora vestirsi griffato, persegue l’abbronzatura come un rito e vuole sempre conoscere persone nuove; è riservato e chiuso in sé, con tendenze nerd, chi ama appassionatamente il Dottor Who, crede ciecamente in Wikipedia, gioca compulsivamente a Minecraft. E’ ottimista chi si professa cristiano e dichiara che Vita di Pi è il film che preferisce; chi laika WikiLeaks, Lolita e Il silenzio degli innocenti rientra invece nella categoria umana dei bastian contrari. Viene bollato come emotivamente instabile chi è fan di Kurt Cobain e di Buffy l’ammazzavampiri; mentre chi si dedica al volontariato, alla canoa e al ping pong può considerarsi un tipo rilassato. In ogni caso, quale che sia la nostra forma mentis, e come se non fosse già tristemente noto, non potremo più guardare lo schermo senza un fremito di inquietudine.