Cultura e scienze

Travaglio difende Pizzarotti e chiede un portavoce in tv

reddito beppe grillo

Il titolo dell’editoriale di Marco Travaglio sul Fatto Quotidiano oggi è Circo Massimo o minimo? e l’obiettivo è il Movimento 5 Stelle. Travaglio comincia citando una chiacchierata con un anonimo sondaggista, il quale gli racconta – e lui lo riporta fedelmente – che il M5S è il primo partito degli italiani fino ai cinquant’anni, poi crolla miseramente, e imputando il tutto al fatto che i grillini non vanno in tv. Poi passa a difendere Federico Pizzarotti, ma critica anche la storia dell’sms inviato da lui ai parlamentari in cui chiedeva loro di mollare Casaleggio e Grillo.  Infine chiede dei portavoce eletti dal blog che parlino per il Movimento 5 Stelle in televisione, e pretende addirittura il dialogo con l’opposizione:

Ciò che serve oggi, l’abbiamo scritto e lo ripetiamo, è un portavoce o un gruppo ristretto di portavoce, eletto dai parlamentari o dagli iscritti al blog, che rappresenti la “linea” ufficiale e ogni sera vada a spiegare attività e proposte alternative a quelle del governo nei tg ed eventualmente in qualche talk show giudicato praticabile. Senza paura di dialogare con le altre opposizioni,quando si manifestano, e di sposarne le iniziative, quando sono buone: per esempio il referendum della sinistra contro il pareggio di bilancio in Costituzione o quello della Lega (sostenuto anche dalla Fiom) contro la legge Fornero. Del resto furono proprio Grillo e Casaleggio a firmare il documento di Libertà e Giustizia contro la svolta autoritaria di Renzusconi. Le forze governative sono talmente numerose e schiaccianti che le opposizioni o si fanno sentire tutte insieme, oppure è come se non esistessero.

Diventerà il giornalista del giorno?

Leggi sull’argomento: La più bella prima pagina di oggi