Cultura e scienze

Stairway to heaven copiata da una canzone degli Spirit?

I Led Zeppelin hanno perso il primo round in tribunale per un’accusa di plagio nei confronti della loro hit Stairway to heaven, intentata dagli eredi di Randy Craig Wolfe, meglio conosciuto come Randy California, membro fondatore della band Spirit deceduto nel 1997. Per adesso quella del giudice è una mera decisione tecnica, visto che gli Zep avevano chiesto di annullare la causa per incompetenza territoriale della Pennsylvania. Il giudice Sanchez ha detto no, senza per ora motivare la scelta. Ma quello che è certo è che adesso si farà. Jimmy Page, Robert Plant e la casa discografica dovranno quindi rispondere nel merito delle accuse. Vediamolo.
 
STAIRWAY TO HEAVEN E TAURUS
La causa parte da una somiglianza oggettiva difficile da negare. Qui si può ascoltare il capolavoro dei Led Zeppelin finito nell’album Zo/So (o Led Zeppelin IV), che contiene anche altri capolavori della band come Black Dog e Rock’n’Roll.

E qui, al minuto 00.40, lo stesso arpeggio in Taurus degli Spirit:

Il plagio risalirebbe al 1968, quando i Led Zeppelin, allora agli inizi della carriera, fecero un tour in Usa come band d’apertura proprio degli Spirit. Nell’occasione, secondo i racconti successivi dello stesso Page, ebbero modo di conoscere il chitarrista Randy e il suo lavoro nella band, apprezzandolo anche pubblicamente a più riprese. Proprio Randy California, in un’intervista rilasciata prima di morire, sostenne l’idea del plagio chiedendo ai lettori di Listener Magazine di ascoltare le due canzoni e farsi un’idea: «Quello che mi dispiace è che i Led Zeppelin hanno fatto milioni con quel riff e mai che si siano presentati da me per pagarmi qualcosa», disse il chitarrista. A vendicare l’onore ferito del chitarrista – e anche a cercare di mettere mano su una discreta cifretta – sono ora gli eredi.
 
I SOLITI ACCORDI
Nel merito della questione c’è però molto da dire. BusinessWeek qualche tempo fa ha rilasciato un giochino in cui era possibile confrontare le due canzoni. The Conversation invece centra il punto, ritornando al pentagramma. Il riff, nelle sue infinite declinazioni, si rifà infatti a un arpeggio tipico della tonalità minore, quello che vede la nota più bassa “scendere” di volta in volta (in Stairway To Heaven e Taurus con il cromatismo sul sol# e sul fa#.

stairway to heaven taurus
Arpeggio con basso calante

Questo è un passaggio, ad esempio, di Cry me a River di Dave Graham, 1959 (prima delle due canzoni, quindi), e, più in generale, un arpeggio che è utilizzatissimo da tutti i chitarristi, di ogni estrazione, per la sua facilità di esecuzione e musicalità:

Seguendo il principio della causa intentata dagli eredi di Randy California, però, anche Graham potrebbe finire sotto accusa, visto che la tecnica utilizzata si ritrova in tanti arpeggi di Segovia e il basso calante fa parte dell’armonia della famosissima Aria sulla IV corda di Bach:

Senza contare che, proseguendo il ragionamento per assurdo, Led Zeppelin e Spirit potrebbero a questo punto rifarsi con i Pink Floyd, che sono in flagranza di basso calante in Is there anybody out there:

Ovviamente, gli ultimi due esempi sono esagerazioni. Ma il riff su cui si muove Stairway To Heaven non è certo un inedito, ma nemmeno un plagio particolare. D’altro canto, l’originalità nel rock è data proprio dalla capacità di mescolare in modo nuovo elementi più o meno eterni. Chissà se gli avvocati e i giudici lo capiranno.