Attualità

“Siete lesbiche, io ammazzerei”: le ragazze insultate sul bus a Torino

Flavia e Claudia si vogliono bene da due anni. Un omofobo le insulta in un luogo pubblico ma Flavia lo fulmina con una risposta perfetta

omofobia torino

Loro si chiamano Flavia e Giulia: sono due studentesse universitarie di Torino e solo perché stanno insieme sono state insultate mentre prendevano il bus. Ma hanno dato una risposta perfetta

“Siete lesbiche, io ammazzerei”: le ragazze insultate sul bus a Torino

A volte quando ci si trova davanti a qualcuno che non vuole capire la migliore arma è l’ironia. E la risposta di Flavia all’omofobo che ha cercato addirittura di trovare consensi tra le persone presenti mettendole in minoranza lo riduce a quello che è: una spalla

«Eravamo alla fermata di piazza Castello e un signore continuava a fissarci. Scuoteva la testa, allargava le braccia» dicono Flavia Sorbo e Giulia Gualfo, 27 anni, universitarie fuori sede, in città per studiare cinema. Una volta salite sul tram, quell’uomo continua a borbottare. «Come si fa? Non è possibile. Due donne insieme» ripete alzando sempre di più il tono di voce. Come a cercare consensi. Ad un certo punto scandisce la frase: «Fosse per me, vi ammazzerei». Flavia lo affronta: «Mi scusi, qual è il problema?» E lui: «Io con un uomo non andrei mai». Lei risponde serafica: «Nemmeno io»

Giulia e Flavia stanno insieme da due anni. Spiegano che nessuno è intervenuto per difenderle. Una signora dopo, in disparte ha detto loro che la scena non le era piaciuta ma di non farci caso e di lasciare perdere. Come se fosse  normale far finta di niente