Cultura e scienze

Sgarbi e Feltri stanno con Rula Jebreal

neXt quotidiano|

rula jebreal sanremo - 11

Rula Jebreal ha spiegato stamattina in un’intervista a Repubblica perché è stata esclusa da Sanremo: ««Sabato scorso mi hanno telefonato pregandomi di fare io il passo, di rinunciare spontaneamente. Mi sono rifiutata. Gli ho mandato un messaggio scritto: se volete censurarmi dovete essere voi ad assumervene la responsabilità».

Sgarbi e Feltri stanno con Rula Jebreal

Ovviamente la giornalista non ha fatto nomi e altrettanto ovviamente in RAI nessuno alzerà la mano per prendersi la responsabilità della scelta, ma secondo il quotidiano è stata Teresa De Santis, direttrice di Raiuno nominata in quota Lega all’epoca del Conte One, a decidere di escluderla. Esclusa perché “divisiva e possibile fonte di polemiche, di cui la manifestazione non ha certo bisogno”: questa la motivazione offerta per evitare il bis dello scorso anno, allorché l’uscita pro-migranti di Claudio Baglioni e la contestata vittoria di Mahmood sortirono l’effetto di politicizzare la kermesse canora.

rula jebreal sanremo - 9
Prima regola: se il buonista è maschio si parla dei suoi attici a Nuova York o dei suoi Rolex, se è donna si fa sessismo

Intanto però arrivano due voci dalla destra italiana in supporto alla giornalista: “Credo che abbia ragione Rula Jebreal, la conosco è simpatica, brava e intelligente. Trovo ridicolo e sgradevole che la si contatti per averla come ospite e poi ci si ripensi. Io sto con Rula”, ha detto all’Adnkronos il direttore di Libero Vittorio Feltri. “A me del Festival di Sanremo non me ne frega nulla, non l’ho mai visto e continuerò a non vederlo, ma so che è un programma importante per la Rai. Se si decide di invitare una persona, poi non si fa dietrofront, magari per delle polemiche giornalistiche inutili. Se la Jebreal voleva portare la moglie di Obama, era una semplice proposta che se non piaceva si poteva semplicemente bocciare. Non me la sento di criticare Rula, è brava e intelligente. probabilmente ha idee diverse dalle mie, ma questo non significa nulla”, conclude Feltri.

Rula Jebreal, Teresa De Santis e le “ragioni di opportunità” per Sanremo

Vittorio Sgarbi invece esprime il suo “imbarazzo” per “il silenzio delle donne del centrodestra attorno alla presunta censura che vede coinvolta la giornalista Rula Jebreal” a Sanremo 2020. Per il parlamentare di Forza Italia, “la Jebreal va sostenuta con forza perché nessuno meglio di lei, da una ribalta autorevole quale è il festival di Sanremo, può testimoniare quella che è oggi la condizione della donna nel mondo musulmano. Mi sorprende – attacca Sgarbi in una nota – che le tante donne impegnate in politica nel centrodestra non abbiano colto l’opportunità di questa testimonianza e quindi speso una sola parola in sua difesa. Dove sono la Gelmini, la Carfagna, la Prestigiacomo?”. “Credo che il servizio pubblico le debba riconoscere il più ampio spazio di libertà di espressione – conclude Sgarbi – perché proprio dalla Jebreal arrivi la testimonianza forte su quello che oggi è il ruolo della donna nelle società musulmane, e dunque sui loro diritti negati. Perché – si chiede dunque Sgarbi – censurare l’opinione della Jebreal su questi temi?”.

rula jebreal sanremo - 2

Intanto l’amministratore delegato della RAI Fabrizio Salini in una nota sembra voler scavalcare la De Santis: “Le proposte della direzione artistica, già discusse con la direzione di Rai1, saranno oggetto, come di prassi, di un confronto con l’amministratore delegato, con il solo obiettivo di realizzare un grande Festival di Sanremo”. Intanto sempre Repubblica annuncia che sulla vicenda sarebbe in corso un ripensamento: ieri a tarda sera la reporter è stata contatta per riaprire il canale bruscamente interrotto il giorno prima, quando le avevano chiesto di rinunciare al Festival. Pretesa rispedita al mittente per iscritto. L’epilogo è atteso per domani, all’esito del vertice con l’ad. Richiamato all’ordine dalla maggioranza giallo-rossa.

Leggi anche: Rula Jebreal racconta perché è stata esclusa da Sanremo