Cultura e scienze

Matteo Salvini e il complotto dell’ossitocina di cittadinanza (per amare gli immigrati)

matteo salvini complotto ossitocina - 3

Giuseppe Conte è l’avvocato del popolo italiano. Matteo Salvini, ministro dell’Interno e vicepremier, è il papà degli italiani. Non sappiamo ancora cos’è Luigi Di Maio, ma nel frattempo papà Salvini, come ogni bravo papone, continua a preoccuparsi della salute dei suoi concittadini. Il ministro dell’Interno da due giorni promette di fornire prove circa il complotto della Ong Open Arms e giornalisti e piccolifan attendono con ansia e trepidazione che il Viminale ci faccia sapere cosa è davvero successo in acque internazionali nella notte ta il 16 e 17 luglio alle coordinate N 34’13,4 E 013’55,2.

Il ministro dell’Interno che si occupa di complotti

Salvini però evidentemente ha altri problemi. Ad esempio quello di continuare a convincere il suo elettorato che gli immigrati e i migranti sono un problema perché in Italia c’è l’invasione. La sostituzione di popolo – come la chiama Salvini – è un piano malefico congegnato dai buonisti. Ma il popolo italiano è sveglio e ha votato la Lega proprio perché fermi Ong e migranti invasori.

matteo salvini complotto ossitocina - 1

Tutto bene? Niente affatto. Perché gli scienziati professoroni della casta del CNR hanno scoperto che c’è un modo per “drogare” gli italiani e far loro accettare la presenza degli immigrati. Salvini non ci sta e su Facebook denuncia l’orrido complottone: «Qualche “scienziato” vorrebbe farvi inalare una sostanza, la ossitocina, per accogliere meglio gli immigrati clandestini e fare donazioni». Roba da matti! E del resto c’è da riflettere sul fatto che il ministro dell’Interno, che già ha inventato la storia dell’Invasione (ma il suo è un condizionamento evidentemente non pericoloso) si preoccupi di una fake news di tale portata.

Cos’è davvero la storia dell’ossitocina che rende “buonisti”

Questa potentissima droga, che non è nemmeno nelle tabelle ministeriali degli stupefacenti, si chiama ossitocina. Nota anche come “ormone dell’amore” ha un ruolo fondamentale nelle ultime fasi della gravidanza quando stimola le contrazioni uterine durante il travaglio. Ieri su Wired Gilberto Corbellini, storico della medicina e bioeticista, ricercatore del Cnr e dell’Università Sapienza di Roma, ha scritto un lungo articolo per spiegare cosa potrebbe (condizionale) fare la scienza per risolvere un problema intrinseco alla razza umana: la xenofobia.

matteo salvini complotto ossitocina - 2
Fonte: La Verità del 20/08/2017

Corbellini racconta di un esperimento condotto dall’Università di Bonn nel quale è stato studiato il ruolo dell’ossitocina nel modulare le risposte razziste nei confronti di chi è straniero. Non criminale, spacciatore, ladro, stupratore: solo straniero. A quanto pare funziona. Ma si tratta appunto di un esperimento, come ne vengono condotti tanti. Da qui al complotto del programma di condizionamento mentale sullo stile Mk Ultra il passo è breve. Ed infatti oggi ne scrive sulla Verità Francesco Borgonovo, già autore di un libro nel quale spiega come gli stranieri ci stanno invadendo senza che nessuno faccia nulla per fermarli. Qualche tempo fa l’Autore ci spiegava come i flussi migratori fossero manovrati dai signori della finanza, dai vari Goldman Sachs a Soros, tutti impegnati a cospirare contro l’Europa per sostituire i cittadini europei con manovalanza e persone di origine straniera. Oggi riprende un suo vecchio pezzo (dell’agosto del 2017) dal titolo  “Vogliono drogarci con l’ossitocina per farci accogliere chi ci uccide“. Ovviamente nessuno vuole drogare nessuno, tanto meno Corbellini che si limita a dire che su queste scoperte “ci si può ragionare”.

matteo salvini complotto ossitocina - 4

Questa volta Borgonovo mette in moto la macchina del fango contro lo scienziato che ci vuole drogare tutti. La volta scorsa aveva scoperto che l’ossitocina – essendo un ormone fondamentale per il parto – provoca una “femminilizzazione forzata” della nostra società rendendoci più restii “alla chiusura”. Insomma non solo ci vogliono rendere più accoglienti verso i migranti, ma anche più “femminili”. Perché tutti sanno che le donne sono anatomicamente più “aperte” degli uomini. Fa sorridere che chi manipola da anni l’opinione pubblica sui pericoli dell’immigrazioni oggi si preoccupi dell’utilizzo di una “droga” per renderci tutti buonisti. Peccato che nessuno voglia davvero usare l’ossitocina.