Attualità

Sabrina Pattarello: la maestra no mask torna a scuola e i genitori lasciano i bimbi a casa

Sabrina Pattarello, supplente della scuola elementare “Giovanni XXIII” di Treviso, aveva fatto notizia qualche settimana fa perché sul suo profilo Facebook pubblicava messaggi e video no vax. Era stata oggetto di un provvedimento discliplinare e quando è tornata a scuola i genitori non l’hanno presa bene

Sabrina Pattarello, supplente della scuola elementare “Giovanni XXIII” di Treviso, aveva fatto notizia qualche settimana fa perché sul suo profilo Facebook pubblicava messaggi e video no vax. La Pattarello si era presentata a scuola con un certificato medico che attestava che di non poter mettere la mascherina per problemi respiratori. Ma anche quando la scuola le ha fornito un dispositivo di protezione diverso  lei ha continuato a parlare ai bambini diffondendo le sue teorie negazioniste. Per questo motivo era stata oggetto di un provvedimento discliplinare e del mancato rinnovo del contratto a fine gennaio. Sabrina Pattarello compare anche al termine di un servizio di Piazzapulita dello scorso settembre in cui veniva documentata la manifestazione dei negazionisti a Roma; urla al giornalista: «Vai fuori, corrotto, falso!». Il giornalista però tenta di parlare, le chiede: «E il Covid?». «Non esiste – risponde la Pattarello – è tutto falso». Come, a suo dire, sono falsi i numeri dei contagi: «Questi numeri servono solo per convincere a vaccinare il popolo. Vogliono vaccinare tutti e far diminuire la popolazione. È tutto falso!». La maestra è tornata a scuola in questi giorni, e quando la notizia è trapelata sui gruppi whatsapp delle mamme è nata una protesta come ha raccontato il Gazzettino. Papà e mamme e si sono quindi fatte trovare davanti ai cancelli alle 13 con l’intensione di ritirare i propri figli prima della fine dell’orario prestabilito.